INCENTIVI AUTO GPL E METANO

INCENTIVI AUTO GPL E METANO, L’AGENZIA DELLE ENTRATE BLOCCA IL RECUPERO DEL CREDITO D’IMPOSTA PER LE IMPRESE CHE HANNO INSTALLATO GLI IMPIANTI

Cna servizi alla Comunità Autoriparatori, Confartigianato Autoriparazione e Consorzio Ecogas chiedono il ripristino immediato della possibilità di recupero degli incentivi anticipati ai clienti dalle officine di installazione

Automobilisti marchigiani, avete fatto installare un impianto Gpl o a metano sulla vostra auto, utilizzando gli incentivi statali? Attenzione, nei prossimi giorni potreste sentirvi chiedere dall’officina installatrice la restituzione dello sconto. Infatti, l’Agenzia delle entrate dal 27 ottobre ha bloccato il recupero del credito d’imposta dovuto per gli incentivi statali alla rottamazione, nonché per l’acquisto e la trasformazione di autoveicoli a gas. L’allarme è stato lanciato da Confartigianato Autoriparazione, Usac Cna Autoriparatori e Consorzio Ecogas.
Tali incentivi, infatti, sono stati erogati agli automobilisti attraverso uno sconto in fattura, che le aziende avrebbero poi detratto dalle imposte. Ora, a causa dei ritardi nell’effettuazione dei controlli da parte dell’Agenzia delle entrate di eventuali utilizzi indebiti, tutte le imprese che hanno effettivamente concesso gli sconti previsti, si trovano a dover registrare una perdita netta. E’ vero, infatti, che proprio per evitare utilizzi indebiti, le imprese devono sottostare a delle rigide ed anche costose procedure di monitoraggio. Adesso oltre al danno (gli adempimenti contabili) anche la beffa di non poter recuperare quanto già anticipato ai clienti.
Cna servizi alla Comunità Autoriparatori e Confartigianato Autoriparazione chiedono, pertanto, il ripristino immediato della possibilità di recupero degli incentivi anticipati dalle officine di installazione.
“In assenza di risposte chiare sul ripristino a breve della fruibilità del credito d’imposta” hanno affermato le associazioni artigiane “ci troveremo costretti a chiedere la restituzione degli sconti sulle installazioni già riconosciute ai nostri clienti, motivando la richiesta con l’impossibilità di recuperare tali somme, a causa del blocco del credito. In gioco c’è la sopravvivenza delle attività del settore, che hanno anticipato molti milioni di euro allo Stato e ai cittadini beneficiari degli incentivi statali, contando di poter recuperare le ingenti somme attraverso il credito d’imposta e già si sono viste duramente penalizzate dalla scadenza di novembre, che non ha permesso loro alcun rientro, mentre avrebbero dovuto recuperare una quota importante delle somme anticipate.”

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA