Archivi per la Categoria: Iniziativa

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L’OTTENIMENTO DELL’ATTESTAZIONE SOA

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L’OTTENIMENTO DELL’ATTESTAZIONE SOA

La Camera di Commercio di Macerata ha pubblicato un bando per favorire il processo di attestazione SOA per le imprese del settore delle costruzioni. L’intervento è finalizzato a finanziare l’acquisizione dell’ATTESTAZIONE SOA per gli esecutori di lavori pubblici e lavori privati se assistiti da contributo pubblico per la ricostruzione post sisma.

Possono beneficiare di tale intervento:

  • tutte le imprese della provincia di Macerata con sede nei comuni del “cratere” che abbiano acquisito l’attestazione nel periodo dal 25 agosto 2016 al 31 dicembre 2018 o che intendano acquisirla per la prima volta;
  • tutte le imprese della provincia di Macerata con sede fuori “cratere” che abbiano acquisito l’attesatazione nel periodo dal 14 luglio 2018 al 31 dicembre 2018 o che intendano acquisirla per la prima volta.

Le spese ammissibili sono i costi sostenuti per l’acquisizione dell’Attestazione SOA. Il contributo è pari al 50% delle spese ammissibili con un massimo di € 2.000,00.

Il termine di presentazione delle domande è il 31 dicembre 2018. La procedura di presentazione delle domande è gratuita per tutte le imprese associate al Sistema CNA.

INFO: CNA Territoriale di Macerata, tel  (0733) 27951

MATELICA: TAGLIO DEL NASTRO PER L’UFFICIO CNA E INCONTRO SU WELFARE E COESIONE SOCIALE

MATELICA: TAGLIO DEL NASTRO PER L’UFFICIO CNA E INCONTRO SU WELFARE E COESIONE SOCIALE

Taglio del nastro lo scorso martedì 24 luglio per l’ufficio CNA di Matelica in via Cesare Battisti 44-46, alla presenza del Sindaco Alessandro Delpriori, del Presidente della CNA Territoriale di Macerata Giorgio Ligliani, del Presidente CNA di Matelica e di CNA Servizi Imprese Maurizio Tritarelli e del responsabile dell’ufficio Graziano Cingolani.

Nell’ambito dell’evento, la CNA di Macerata ha organizzato una tavola rotonda per discutere di welfare e coesione sociale, alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei principali enti erogatori di servizi sul territorio.

Dal confronto – riferisce il Presidente Maurizio Tritarelli  – è emersa la necessità di studiare nuove modalità di integrazione tra cura e assistenza alla persona. I sistemi per renderle realmente applicabili devono essere sviluppati: si tratta di una trasformazione che richiede un coordinamento e una risposta multisettoriale efficace”.

Per  questo motivo CNA  ha dato vita, insieme a Confesercenti, il Patronato EPASA – ITACO Cittadini e Imprese che in Italia conta 750 operatori, 387 sedi e per produzione e capillarità territoriale, si colloca tra i principali patronati italiani.

Dopo l’introduzione di Michela Rossi, funzionaria CNA Macerata, sul tema si sono alternati gli interventi di Alessandro Ciglieri di COOS Marche e Valerio Valeriani, Coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale XVII.

Quest’ultimo ha sottolineato come negli ambiti territoriali di San Severino, Camerino e San Ginesio che contano 27 comuni, stiano affrontando tagli della spesa relativa al sociale per un 30%, proprio in una fase in cui aumentano le povertà e i bisogni di assistenza, aggravati dal sisma: “E’ fondamentale – ha dichiarato – fare squadra con associazioni datoriali come la CNA, al fine di progettare ed attingere risorse dedicate al sociale e all’invecchiamento attivo sui fondi sociali ed europei”.

Alessandro Righi, consulente crediti speciali SRGM, ha illustrato il bando FESR per le imprese sociali che, con i 6 milioni di euro per l’area del cratere, può venire incontro alle necessità della popolazione più fragile del territorio.

MATELICA: IL 24 LUGLIO INAUGURAZIONE UFFICIO CNA E INCONTRO SU WELFARE E COESIONE SOCIALE

MATELICA: IL 24 LUGLIO INAUGURAZIONE UFFICIO CNA E INCONTRO SU WELFARE E COESIONE SOCIALE

La CNA di Macerata organizza per martedì 24 luglio alle ore 18.15 a Matelica l’incontro pubblico dal titolo “Welfare e coesione sociale: operatori a confronto”  sul tema del welfare aziendale e dei servizi sociali ai cittadini. Il convegno sarà preceduto dall’inaugurazione dell’ufficio di Matelica di via Cesare Battisti 44-46, alle ore 17.30. L’obiettivo dell’incontro è fare il punto sui servizi offerti dagli Ambiti Sociali Territoriali, dal COSS MARCHE, importante società che si occupa di servizi alla persona, e non in ultimo dal patronato Epasa-Itaco della CNA.

Il Welfare aziendale è una realtà in continua evoluzione nel nostro Paese, verso la quale è cresciuto l’interesse anche a seguito degli interventi della Legge di Stabilità 2016 prima e della Legge di Bilancio 2017 poi, che hanno inteso sensibilizzare anche le piccole e medie imprese all’approccio verso questo strumento. Per Welfare aziendale si intende quell’insieme di interventi posti in essere dal datore di lavoro allo scopo di migliorare il benessere dei propri dipendenti. In un contesto caratterizzato da un lato dalla contrazione delle risorse destinate al welfare pubblico e dall’altro da un costante incremento dei bisogni di assistenza della popolazione e da una diminuzione del potere di acquisto dei salari, le imprese possono svolgere un ruolo sociale importante, mettendo a disposizione dei dipendenti e dei relativi familiari servizi che ne migliorino la qualità della vita. Il legislatore inoltre, per incentivare ulteriormente una politica di welfare aziendale, ha previsto anche un intreccio di questa con la contrattazione di produttività.

Temi che saranno approfonditi nell’incontro di martedì prossimo: dopo i saluti del sindaco di Matelica Alessandro Delpriori e l’introduzione di Michela Rossi, funzionaria CNA Macerata, si alterneranno gli interventi di Alessandro Righi, consulente crediti speciali SRGM, che illustrerà il bando FESR per le imprese sociali, Alessandro Ciglieri di COOS Marche, Valerio Valeriani, Coordinatore dell’Ambito Territoriale Sociale XVII.

Le conclusioni saranno affidate al presidente di CNA Servizi Imprese Maurizio Tritarelli.

Alle 19.30 aperitivo.

INFO: CNA Territoriale di Macerata, 0733/27951

AUTOTRASPORTO: PROCLAMATO IL FERMO DEI MEZZI DAL 6 AL 9 AGOSTO

AUTOTRASPORTO: PROCLAMATO IL FERMO DEI MEZZI DAL 6 AL 9 AGOSTO

E’ stata inviata l’11 luglio scorso dall’UNATRAS alla Commissione di Garanzia la proclamazione del fermo dei servizi di Autotrasporto dal 6 al 9 Agosto 2018.
La proclamazione si è resa necessaria poiché alla data dell’11 Luglio 2018, non c’è traccia del comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate che deve ufficializzare gli importi da utilizzare per le deduzioni forfetarie.
Senza le agevolazioni delle deduzioni forfetarie, ovvero con importi inferiori a quelli stabiliti lo scorso anno (17, 85 e 51,00 euro), IL GOVERNO RISCHIA DI DARE IL COLPO DI GRAZIA A QUESTO SETTORE CHE DA ANNI VERSA IN GRAVI DIFFICOLTÀ.
Nei dieci anni di congiuntura economica (2008 – 2017), hanno cessato 26.946 imprese. Il settore è costretto a sostenere delle spese vertiginose, soprattutto per il COSTO DEL LAVORO e per l’acquisto del GASOLIO.
In merito ai salari minimi, l’Europa è divisa in tre gruppi: il primo, a cui appartengono i Paesi dell’Est, dove non si raggiungono 500 euro al mese; il secondo, costituito da Paesi del Sud UE con salari compresi tra 5oo e 1.000 euro; il terzo che comprende i Paesi dell’Ovest e del Nord UE dove le retribuzioni minime sono ben al di sopra di 1.000 euro al mese.
L’Italia, non ha un salario minimo ma, secondo un’indagine dello studio legale Rota Porta pubblicato nel 2014 sul Sole 24 Ore si evince che in Italia è intorno ai 1.141,33 euro per il settore dell’abbigliamento, 1.204,84 per l’agricoltura, 1.233,16 per l’alberghiero, 1.266,57 per l’industria metalmeccanica,1.313,23 per l’edilizia, 1.420,78 per l’alimentare e 1.800,52 per il credito.
Stando a queste soglie, la media del salario minimo italiano (considerati almeno questi settori) si aggirerebbe sui 1.340 EURO (dato 2014). Nel mese di maggio 2018, l’Italia ha raggiunto il poco invidiabile primato del secondo posto nella classifica dei prezzi di gasolio alla pompa più alti d’Europa; prima di lei solo la Svezia.
Inoltre, sempre in Italia, nonostante il costo industriale del gasolio sia in linea con gran parte dei Paesi europei (11° posto, in ordine crescente di costo industriale del gasolio), tassazione ed accise incidono sul prezzo alla pompa per il 59,19% e le assegnano, anche in questo caso, il secondo posto per maggiori imposte applicate, prima di lei solo il Regio Unito.
CON QUESTE DIFFERENZE NON C’È PARTITA. SE A QUESTO AGGIUNGIAMO L’ASSENZA DELLE AGEVOLAZIONI PREVISTE PER IL SETTORE, L’AUTOTRASPORTO ITALIANO COLLASSA!
Per questo motivo, constatando la completa indifferenza del Governo che neppure convoca un tavolo per avviare un confronto sui problemi della categoria, tutte le sigle aderenti ad UNATRAS hanno sottoscritto ed inviato, in data odierna, la proclamazione del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto che verrà effettuato dal 6 al 9 agosto.
Terremo costantemente aggiornata la categoria sulle evoluzioni della vicenda. Gli uffici CNA sono a disposizione per ogni chiarimento in merito.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA