Archivi per la Categoria: Informativa

SISMA: 28 MILIONI DI EURO PER ATTIVITA’ ARTIGIANALI, DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI PER LA RIPRESA PRODUTTIVA

SISMA: 28 MILIONI DI EURO PER ATTIVITA’ ARTIGIANALI, DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI PER LA RIPRESA PRODUTTIVA

Oltre 28 milioni di euro a favore di attività commerciali, artigianali e di servizi delle Marche. Di questi fondi il 50 per cento è riservato alle imprese ricadenti nei comuni marchigiani del cratere sismico. Lo stabilisce il decreto firmato dal presidente e vice commissario alla Ricostruzione, Luca Ceriscioli, finalizzato a favorire la ripresa produttiva delle imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi, del commercio e artigianato e delle imprese che svolgono attività agrituristica.

Le imprese devono essere operative nelle 4 province marchigiane (esclusa la Provincia di Pesaro Urbino che non ha comuni nel cratere) e devono aver subìto una riduzione di fatturato almeno pari al 30% nel periodo che intercorre tra gennaio 2017 e luglio 2017 rispetto alla media dello stesso periodo dei tre anni precedenti.

In base a quanto stabilito dal decreto ministeriale i contributi concedibili sono pari al 30 per cento della riduzione del fatturato, e comunque in misura non superiore a 50.000 euro.

Gli uffici regionali nel mese di aprile effettueranno un monitoraggio a campione per valutare l’incidenza del contributo sulla riduzione del fatturato, finalizzato a verificare le condizioni per una richiesta al ministero di aumento della percentuale di contributo. L’incidenza del contributo, da stime preliminari, potrebbe assestarsi su un range che va da alcune migliaia di euro a circa 20 mila euro di contributi a fondo perduto, da utilizzare nelle imprese che abbiano sostenuto costi di produzione da utilizzare per la ripresa dell’attività.

La domanda deve essere compilata on line utilizzando la procedura di invio telematico disponibile all’indirizzo internet https://sigef.regione.marche.it/ a partire dal 14 maggio fino a 30 giugno, periodo in cui i funzionari regionali saranno presenti sul territorio per dare informazioni a Comuni, imprese e associazioni.

La graduatoria delle domande di contributo è redatta in ordine decrescente sulla base dell’entità, in percentuale, della riduzione del fatturato subìta dalle imprese beneficiarie. L’erogazione della prima quota pari al 70 per cento del contributo concesso verrà versata entro 30 giorni dalla data del provvedimento di concessione ed è subordinata alla presentazione di una polizza fideiussoria bancaria o assicurativa.

INFO: CNA Territoriale di Macerata, Federica Carosi 0733/27951

DIGITAL INNOVATION HUB: AL VIA IL NETWORK E IL PORTALE TARGATI CNA

DIGITAL INNOVATION HUB: AL VIA IL NETWORK E IL PORTALE TARGATI CNA

Presentato il Network CNA dei Digital Innovation Hub e il portale dedicato. La trasformazione digitale è un incentivo per le imprese a ripensare e reingegnerizzare i processi produttivi, elaborare nuovi modelli di business, riorganizzarsi e riqualificarsi. Per innovare i processi produttivi, le nostre imprese devono riuscire ad appropriarsi di una nuova cultura, nella consapevolezza che l’acquisizione di nuove competenze manageriali e finanziarie saranno le forze motrici del cambiamento. È in questo contesto che è stato promosso il progetto “CNA Digital Innovation Hub”, una rete con un punto di coordinamento nazionale e punti di contatto nei territori. I Digital Innovation Hub della CNA sono dislocati su tutto il territorio nazionale e offrono alle imprese consulenza e servizi, sensibilizzandole sui vantaggi derivanti da investimenti in tecnologie 4.0 e sugli incentivi previsti. Affiancano le imprese nella comprensione dei propri fabbisogni e nell’individuazione delle aree di intervento, attivano percorsi di formazione sulle singole tecnologie abilitanti e sui singoli settori di riferimento, le orientano verso i centri di trasferimento tecnologico.

Ad oggi, fanno parte della rete nazionale dei Digital Innovation Hub della CNA oltre 50 strutture territoriali, riferite a 15 regioni. Tutti i Digital Innovation Hub hanno avviato attività di comunicazione e di informazione sul tema Industria 4.0, raggiungendo, con diverse modalità e strumenti comunicativi, decine di migliaia di imprese. Più di 3000 sono le imprese finora coinvolte negli eventi, in particolare convegni e seminari, realizzati su tutto il territorio.

Numerose sono le imprese associate che hanno avviato significative esperienze, specie nel settore manifatturiero(meccanica in particolare), ma anche digitale e ICT. La diffusione di tali best practices attraverso il Network dei Digital Innovation Hub è uno dei punti di forza che consente alla CNA di agevolare altre imprese nella realizzazione del loro percorso di trasformazione.

Numerose sono, anche, le imprese che offrono prodotti/servizi funzionali alla trasformazione Industria 4.0.

Consapevoli della necessità di affrontare al meglio la sfida di Industria 4.0, tutti i Digital Innovation Hub della CNA hanno avviato attività di collaborazione con soggetti esterni qualificati, quali:

  • Università, Politecnica Marche, Camerino, Bologna, Modena, Politecnico Milano, Padova, Parma, Pisa, Tor Vergata, Venezia, Politecnico Torino, Perugia, Urbino
  • Centri di Ricerca, CNR, ENEA e laboratori locali
  • Centri di trasferimento Tecnologico e Parchi Scientifici, nonché Fab Lab

Con loro la CNA sta delineando le migliori traiettorie e strategie a sostegno delle imprese. Per assistere ed accompagnare le imprese in questa nuova sfida, la CNA ha inoltre realizzato il sito web, uno strumento di consultazione sempre aggiornato sugli incentivi promossi dal Piano Nazionale, sulle ultime novità relative al tema 4.0 e sugli eventi in programma, che mette a disposizione delle imprese competenze e relazioni che possono fare la differenza.

Attraverso la mappa geolocalizzata del sito web le imprese possono trovare il Digital Innovation Hub più vicino alla loro sede.

SIAE: DIFFERIMENTO DEI TERMINI DI PAGAMENTO MUSICA D’AMBIENTE – COMUNI DEL CRATERE SISMICO

SIAE: DIFFERIMENTO DEI TERMINI DI PAGAMENTO MUSICA D’AMBIENTE – COMUNI DEL CRATERE SISMICO

La CNA ha rinnovato la convenzione con la Siae anche per il 2018 per permettere a tutte le imprese che usano musica d’ambiente nello svolgimento della loro attività (commercianti, artigiani, pubblici esercizi, centri fitness, trasporti e così via) di assolvere al pagamento dei diritti d’autore con sconti significativi.

Le imprese interessate a questo adempimento e che possono usufruire degli sconti riservati agli associati CNA sono tutte quelle che utilizzano musica d’ambiente in questi settori:

  • Esercizi commerciali e artigiani (ad esempio acconciatori): riduzione 25%
  • Bar – Ristoranti: riduzione 15%
  • Alberghi e Villaggi Turistici: riduzione 15%
  • Campeggi: riduzione 15%
  • Centri Fitness: riduzione 10%
  • Trattenimenti musicali senza ballo (già concertini): riduzione 10%
  • Settore trasporto persone: riduzione 40%

Il pagamento delle tariffe Siae va effettuato entro il 28 febbraio 2018.

Inoltre in una nota della Divisione Musica S.I.A.E. del 16 febbraio 2018 è disposto il differimento al 31 ottobre 2018 dei termini i pagamento dei rinnovi annuali degli abbonamenti Musica d’Ambiente per gli esercizi commerciali operanti nei comuni del cratere sismico del Centro Italia del 2016 (allegato 1 del DL 17 ottobre 2016 e aggiornato con legger 7 aprile 2017 n. 45) e per quelli sito nelle località di Casamicciola Terme , Lacco Ameno e Forio dell’Isola d’Ischia, anch’esse colpite dal terremoto nell’agosto 2017.

Per informazioni, per avere il modello di pagamento cartaceo da presentare alla Siae, le imprese possono rivolgersi agli uffici territoriali di CNA MACERATA, tel. 0733/279536.

SISMA: ACCORDO TRA PARTI SOCIALI E COMMISSARIO STRAORDINARIO IN MATERIA DI DURC

SISMA: ACCORDO TRA PARTI SOCIALI E COMMISSARIO STRAORDINARIO IN MATERIA DI DURC

Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato sottoscritto l’Accordo fra il Commissario straordinario del Governo, on. Paola De Micheli, e i Presidenti delle Regioni/vice Commissari dell’aree colpite dal sisma del 2016 (Italia Centrale), il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Struttura di Missione, Inps, Inail e le parti sociali del settore edile, in materia di verifica della congruità della incidenza della mano d’opera impegnata nei singoli e specifici cantieri di ricostruzione, pubblici e privati, che si attiveranno nelle aree del cratere.

I macro obiettivi che persegue tale accordo sono, da una parte, contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e irregolare nei lavori di recupero e ricostruzione degli immobili pubblici e privati situati nelle aree colpite e, dall’altra contribuire ad accelerare l’apertura dei cantieri a circa due anni dall’evento sismico.

CNA Costruzioni – sottolinea il presidente nazionale Enzo Ponzio – si ritiene soddisfatta dell’accordo sottoscritto perché valorizza la qualità delle imprese artigiane e delle piccole imprese edili locali che apporteranno un contributo determinante alla ricostruzione di quei territori. Inoltre, con l’accordo siglato si mette al centro del funzionamento del sistema di verifica e certificazione della congruità per tutti i lavori di natura edile il sistema della bilateralità edile (Casse Edili ed Edilcasse), che si pone immediatamente al servizio sia delle imprese che realizzeranno i lavori sia della popolazione che desidera al più presto far risorgere i territori colpiti dal sisma”.

Per tutti i lavoratori autonomi e i lavori non edili presenti nel cantiere sarà il direttore dei lavori a certificare la congruità della manodopera.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA