Archivi per la Categoria: Misure ambientali

GESTIONE RIFIUTI NON PERICOLOSI. TULLIO: “ATTENDIAMO SOLUZIONI TEMPESTIVE PER I SITI DI STOCCAGGIO”

GESTIONE RIFIUTI NON PERICOLOSI. TULLIO: “ATTENDIAMO SOLUZIONI TEMPESTIVE PER I SITI DI STOCCAGGIO”

Buon riscontro a Trodica di Morrovalle per l’incontro organizzato dalla CNA Territoriale di Macerata sulla gestione dei rifiuti speciali non pericolosi e le problematiche ad essa collegate. Il seminario, è stato fortemente voluto da Gabriele Tullio presidente del direttivo zonale di  Morrovalle – Monte San Giusto, e Carlo D’Angelo, presidente della CNA di Civitanova Marche, a seguito di una serie di incontri che la CNA ha avviato con i Comuni del basso bacino del Chienti, per sensibilizzare le istituzioni locali su un tema che incide pesantemente sulla vita delle imprese.

Il tema è di stringente attualità – commenta il presidente Tullio –  sappiamo bene che i siti di stoccaggio stanno giungendo a saturazione e, al momento, non sono state presentate soluzioni alternative. In caso di completo ingolfamento del sistema, saranno purtroppo le imprese a pagare i costi più alti, che probabilmente lieviteranno in conseguenza delle maggiori distanze da coprire per trasportare i rifiuti speciali fuori dalle Marche o, addirittura, fuori confine. Tra i problemi che si riscontrano adesso – riferisce –  ci sono le divergenze che si riscontrano tra operatori economici dello stesso settore nei regolamenti sui rifiuti applicati in comuni confinanti, specie nelle parti relative all’identificazione delle qualità e quantità degli assimilabili”.

Nel corso dell’incontro Eleonora Cestola, responsabile ambiente di CNA Work, ha fatto il punto sulle normative e gli adempimenti in materia che investono le imprese, informando le aziende sul problema che potrebbe emergere in caso di default e sugli incontri tenuti in Regione, che hanno visto la preoccupata partecipazione di tutte le associazioni di categoria.

Sul tavolo anche le sollecitazioni avanzate dall’AMIS, Associazione che riunisce imprese di gestione dei rifiuti: il presidente AMIS Enrico Iesari, presente a Trodica di Morrovalle, ha illustrato l’iter e i passaggi normativi da affrontare per trovare una soluzione in grado di dare respiro al sistema di gestione.

Nel merito delle questioni sono entrati anche il vicesindaco di Morrovalle Andrea Staffolani, il Sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili e Pierpaolo Borroni, Assessore alle attività produttive del Comune di Civitanova Marche. I tre amministratori hanno seguito i lavori e il dibattito e si sono dimostrati ricettivi rispetto alle preoccupazioni segnalate dalle imprese presenti.

RISPARMIO ENERGETICO: 10 MILIONI DI EURO PER INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO

RISPARMIO ENERGETICO: 10 MILIONI DI EURO PER INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO

La CNA Territoriale di Macerata ha organizzato lo scorso 15 marzo, nella sede di Via Zincone, un incontro informativo in cui sono state illustrate le nuove opportunità di finanziamento per le pmi, con contributi a fondo perduto relative al risparmio energetico.

L’incontro, coordinato dal funzionario CNA Matteo Petracci, si è aperto con l’intervento introduttivo di Milko Morichetti, presidente del direttivo zonale CNA di Macerata: “Il risparmio energetico – ha affermato – è uno degli argomenti più importanti per il mondo dell’artigianato, così come lo è per la comunità tutta. Le energie che usiamo, oltre ad essere inquinanti, sono a tempo: per questo è necessario pensare al futuro prossimo e impegnarsi per mettere in atto soluzioni alternative sin da subito”.

Petracci, dopo aver ricordato le azioni della CNA Territoriale di Macerata quali il progetto CostoZero CNA e il sostegno alla creazione di reti di impresa nel settore edilizia, ha dato la parola all’Assessore Comunale Mario Iesari che, ringraziando CNA per l’invito, ha dichiarato: “Appuntamenti come questo sono fondamentali per la diffusione di conoscenze per lo sviluppo di un’economia sostenibile e rappresentano opportunità di crescita per il territorio. Anche come Amministrazione Comunale stiamo lavorando per ridurre il nostro impatto ambientale, ad esempio attraverso gli impianti di illuminazione pubblica a led, il nuovo contratto energia per gli immobili pubblici e l’adesione al Patto dei Sindaci per il clima e l’energia” .

Nel merito del bando Energia della Regione Marche è entrata l’ingegner Rita Sticozzi, della Esco Marche, società di servizi energetici nata per volontà della CNA di Ancona.

Il bando prevede una dotazione complessiva di 9.836.644,00 € a favore di progetti di efficientamento energetico per le imprese, di cui 4.386.267 € a sostegno di uno strumento finanziario Fondo Energia e Mobilità che prevede l’erogazione di prestiti a tasso agevolato e

5.450.376 € con una sovvenzione a fondo perduto.

Il bando finanzia con un contributo massimo del 80% dei costi ammissibili, vari tipi di intervento mirati a rendere energicamente più efficienti le sedi delle imprese: isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per produzione di acqua calda. Installazione/modifiche di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi. Interventi di installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti a fonte rinnovabile per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva.

 

Sono ammissibili le spese per: investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto, spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione al programma di investimento; spese tecniche, nel limite del 10% delle spese ammissibili di cui al precedente punto.

Per le Micro/Piccole/ Media Imprese e le Grandi Imprese l’importo massimo delle spese ammissibili è pari a 250.000,00 €, fermo restando il rispetto delle soglie individuate dalla normativa sugli aiuti concessi ai sensi del Regolamento (UE) N. 1407/2013 De Minimis (vedi punto 3 bando –massimali di intervento). Gli investimenti devono presentare un importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 20.000 € ed essere realizzati nel territorio delle Marche.

Bando a sportello, apertura ore 12 del 30 marzo 2018.

OBIETTIVO: RISPARMIO ENERGETICO. IL 15 MARZO INCONTRO INFORMATIVO SUL BANDO ENERGIA DELLA REGIONE

OBIETTIVO: RISPARMIO ENERGETICO. IL 15 MARZO INCONTRO INFORMATIVO SUL BANDO ENERGIA DELLA REGIONE

La CNA Territoriale di Macerata organizza per il prossimo 15 marzo 2018, alle ore 21, presso la sede di Via Zincone n. 20 (ingresso da Via Arcangeli n.7), un incontro informativo in cui verranno illustrate le nuove opportunità di finanziamento per le pmi, con contributi a fondo perduto.

Il bando Energia della Regione Marche – spiega Milko Morichetti, presidente del direttivo zonale CNA – intende agevolare le imprese ad un passaggio verso un’economia a basse emissioni di carbonio. E’ un’opportunità importante, che prevede una dotazione complessiva di quasi 10 milioni di euro per progetti di efficientamento energetico per le imprese. Il bando finanzia, con un contributo massimo dell’80% dei costi ammissibili, vari tipi di intervento mirati a rendere energicamente più efficienti le sedi delle imprese”.

Oltre a Morichetti, all’incontro di giovedì interverrà anche Mario Iesari, Assessore del Comune di Macerata, che illustrerà le azioni messe in campo dall’Amministrazione in ottica risparmio energetico, quali ad esempio l’adesione al Patto dei Sindaci per il clima e l’energia, il progetto di efficientamento delle scuole e la stipula del Contratto Calore per gli uffici pubblici.

All’ingegner Rita Sticozzi, di Esco Marche, sarà affidata la presentazione del bando regionale, che prevede una dotazione complessiva di 9.836.644,00 euro, per il finanziamento di vari tipi di intervento mirati a rendere energicamente più efficienti le sedi delle imprese: “Si tratta di interventi – spiega – relativi sia alla parte elettrica che a quella termica, e possono riguardare non solo l’immobile sede dell’impresa, ma anche i cicli produttivi”.

INFO: CNA Territoriale di Macerata, 0733/27951

TARI. CNA: TROPPI COMUNI NON RISPETTANO NORME SULLO SMALTIMENTO. NECESSARIO EVITARE PAGAMENTI INUTILI

TARI. CNA: TROPPI COMUNI NON RISPETTANO NORME SULLO SMALTIMENTO. NECESSARIO EVITARE PAGAMENTI INUTILI

La Tari è l’emblema di un Paese a macchia di leopardo, che procede tra norme nazionali disattese da parte dei comuni e richieste illegittime a molte imprese, anche per migliaia di euro, da parte degli stessi Comuni.

Una situazione che potrebbe essere risolta con l’emanazione del decreto, previsto dal Codice ambientale e atteso da molti anni, che determina i criteri per l’assimilazione dei rifiuti delle imprese a quelli delle famiglie. In assenza di tale decreto, i Comuni hanno fatto un utilizzo improprio del principio di assimilazione, riportando quanto più possibile dentro la gestione pubblica i rifiuti speciali prodotti dalle imprese e, conseguentemente, applicando a questi la Tari.

Per porre termine a tale stato di disagio, la CNA chiede che il Ministero dell’Ambiente, con l’emanazione del decreto di assimilazione, faccia finalmente chiarezza, favorendo una uniformità di comportamento sul territorio, rispettando i limiti quali-quantitativi all’assimilazione previsti dalla disciplina ambientale e, soprattutto, riconoscendo alle imprese il principio fondamentale di libertà nella scelta del metodo di smaltimento dei rifiuti, a salvaguardia dell’ambiente e delle stesse imprese.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA