Archivi per la Categoria: Giovani Imprenditori

WEDDING PLANNER, NATUROPATA, INVESTIGATORE PRIVATO: CHI E’ STANCO DI CERCARLO, SI INVENTA IL LAVORO

WEDDING PLANNER, NATUROPATA, INVESTIGATORE PRIVATO: CHI E’ STANCO DI CERCARLO, SI INVENTA IL LAVORO

Quando il lavoro manca bisogna inventarlo. Ed ecco, seguendo le tendenze del momento, che si moltiplicano i naturopata, i counselor, gli artiterapeuta, i chinesiologi, gli wedding planer, gli istruttori cinofili, i clinical monitor, i cuochi, gli investigatori privati. Sono soltanto alcune delle oltre quaranta professioni che si occupano di servizi alle imprese e alle persone. Soggetti con partita Iva ma senza essere iscritti ad alcun ordine professionale. Nelle Marche, secondo l’Osservatorio Permanente Cna Professioni della Cna, sono 8.715 i professionisti non ordinistici. Complice la crisi che ha costretto molti a inventarsi nuove attività, tra il 2009 e il 2016 sono aumentati del 30 per cento. Un esercito in continua crescita anche rispetto ai 7.798 del 2014 ed ai 8.459 del 2015. Guadagnano poco ma se l’alternativa è la disoccupazione, va bene lo stesso. Il reddito medio nelle Marche di questi imprenditori di sé stessi è di 14.143 euro. Poca cosa, si dirà. Vero. Ma complessivamente il loro contributo al Pil regionale ammonta a 123,2 milioni di euro. Inoltre rappresentano l’1,4 per cento degli occupati marchigiani. In Italia i professionisti senza professione sono 323.172 ed hanno un reddito medio di 16.904 euro. A guadagnare meno, anche un questo campo, sono i più giovani, quelli con meno di 40 anni, che sono il 40 per cento del totale. Addirittura il reddito medio degli under 24 oscilla tra i 7 e gli 8 mila euro l’anno.

I redditi più alti si trovano in Lombardia (20.844 euro di reddito medio), i più bassi in Calabria (9.901euro ). Sono tanti e guadagnano poco. Bisogna però tener conto, secondo la Cna, che un terzo di loro integra il reddito svolgendo altre attività.

Chi sono questi nuovi professionisti senza ordine professionale? Età media di 49 anni, il 62 per cento sono uomini e il 54 per cento è laureato. Meno di uno su quattro si è fermato alla licenza di scuola media inferiore.

Si tratta” afferma il presidente Cna Marche Gino Sabatini “di professioni non regolamentate, che cercano un riconoscimento delle proprie competenze e quindi un valore aggiunto sul mercato. Ma si scontrano con una molteplicità di attestazioni e sistemi di valutazione diversi regione per regione, mentre bisognerebbe uniformarli, armonizzando le certificazioni per farle riconoscere in tutta Europa. Intanto riteniamo importante l’introduzione dell’equo compenso per tutti i professionisti, anche quelli senza ordine professionale. Si tratta di una tutela per il lavoro e la dignità, soprattutto dei più giovani. Le regole servono altrimenti il confine tra chi è libero professionista regolare e chi lo fa abusivamente diventa troppo labile”.

Alcune regole, sottolinea la Cna Marche, dopo l’approvazione del Jobs Act delle professioni, avvenuta lo scorso maggio, esistono. Riguardano il ritardato pagamento dei compensi, la deducibilità delle spese di formazione, l’accesso agli appalti pubblici, l’indennità di maternità, la tutela di gravidanza, malattia e infortuni, la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Adesso” conclude Sabatini “si tratta di fare altri passi avanti nella tutela di questi professionisti definendo in modo chiaro le caratteristiche per escluderli dal pagamento dell’Irap per l’assenza dell’autonoma organizzazione, favorendo la creazione di reti, consorzi e altre forme di aggregazione fra professionisti e regolamentare il mercato attraverso un riconoscimento di queste attività professionali”.

PROFESSIONISTI NON ORDINISTICI

Sono regolamentati dalla legge 4/2013, e forniscono “prestazioni di servizi e beni a favore di terzi, esercitate abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con l’esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio”

ALCUNE PROFESSIONI REGOLATE DALLA LEGGE 4/2013

Fisico, naturopata, investigatore privato, counselor, educatore del gesto grafico, wedding planner, artiterapeuta, chinesiologo, clinical monitor, cuoco, giudice arbitro giudiziario, educatore e istruttore cinofilo, professionista dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità, patrocinatore stragiudiziale, tributarista.

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

La Vernaccia nera di Serrapetrona, l’olio di coroncina, la coppa di testa, i biscotti all’anice: saranno gli ambasciatori del Maceratese e delle Marche fuori dai confini regionali, grazie al progetto “Sapori, percorsi, esperienze” che la CNA di Macerata presenterà venerdì 15 dicembre alle ore 10 al Ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti. Realizzato con il patrocinio della Camera di Commercio di Macerata, ha l’obiettivo di contribuire, attraverso quello che viene definito “turismo esperienziale”, alla diffusione della conoscenza dei prodotti più tipici del territorio, sia tra il pubblico degli operatori dell’accoglienza turistica e della ristorazione, che nei confronti degli stakeholder potenzialmente interessati (ristoratori, tour operator etc), oltre che verso la generalità della popolazione.

Nel settore del turismo e dell’accoglienza – riferisce il Presidente Territoriale Giorgio Liglianil’uso combinato di tecnologie innovative, digitalizzazione e recupero di storia e tradizioni sta diventando uno strumento sempre più strategico per la valorizzazione delle potenzialità locali, sulla base della convinzione che il territorio, per essere attrattivo, non vada solo ben pubblicizzato, ma anche e soprattutto raccontato. La sfida di oggi è affiancare all’offerta di prodotti e servizi, anche quel di più rappresentato dalla narrazione del territorio e la sua storia”.

In questa prima fase sono stati scelti quattro tra i prodotti simbolo dell’enogastronomia tipica nostrana, per i quali sono state redatte schede storiche e realizzato materiale promozionale quale un totem da tavola sui quali sono presenti QR code collegati a video che raccontano ognuno la storia del prodotto e le sue caratteristiche: “Per favorire la promozione del territorio attraverso la narrazione dei prodotti e dei processi produttivi, fatta in prima persona dagli stessi artigiani – fa notare il Direttore Generale Luciano Ramadoriè fondamentale la costruzione di una rete di portatori di interessi, come ristoratori, operatori dell’accoglienza, botteghe di qualità, che possano rivolgersi ad un vasto pubblico di appassionati di enogastronomia. Questo sarà possibile grazie al coinvolgimento in questo progetto del sistema CNA nazionale, che può contare su oltre 100 presidi provinciali”.

Per questo nell’incontro di venerdì, al quale saranno parteciperanno gli studenti delle classi a indirizzo cucina dell’Istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli, sarà presente Cristiano Tomei responsabile nazionale CNA Turismo e Commercio. Interverranno inoltre anche Roberto Paoloni sindaco di Belforte, Moreno Pieroni assessore regionale al Turismo, Angelo Sciapichetti assessore regionale alle Aree Interne, Giorgio Ligliani presidente CNA Territoriale di Macerata, e Matteo Petracci funzionario CNA Macerata.

Il 15 dicembre saranno presentate al pubblico di aziende del settore le fasi successive del progetto, che prevede anche percorsi esperienziali, missioni di imprese e corsi di formazione.

PREMIO CAMBIAMENTI: HOTBLACK ROBOTICS, VEGEA E M3DATEK SUL PODIO

PREMIO CAMBIAMENTI: HOTBLACK ROBOTICS, VEGEA E M3DATEK SUL PODIO

Droni per il trasporto di sangue, solette per migliorare la prestazione degli atleti; un sistema di prenotazione di strutture amiche dei disabili e app per studiare percorsi in città a portata di carrozzina. E ancora: dispositivi che insegnano ai bambini la matematica; tecniche innovative per combattere l’infertilità e spugne in grado di assorbire sostanze tossiche dai mari in caso di catastrofi naturali. Sono solo alcune delle idee presentate stamane nel corso della finale che ha concluso la seconda edizione del Premio “Cambiamenti”, organizzato dalla CNA per le imprese che operano da meno di tre anni con progetti e idee innovative. Vulcanici e innovativi, i 25 finalisti si sono sfidati davanti a una giuria composta da rappresentanti del mondo dell’imprenditoria, della cultura e del giornalismo a colpi di idee. Tre i vincitori: HotBlack Robotics srl la prima classificata, Vegea srl e M3Datek srl seconda e terza sul podio. Tre storie diverse con un fattore comune: la proposta di cambiamento.

Oltre 700 le imprese iscritte quest’anno, cento in più dell’anno scorso, con un grande coinvolgimento dei territori che hanno organizzato più di 20 iniziative nelle diverse realtà diffuse in tutt’Italia.

In palio 20.000 euro per la prima classificata, 5.000 per la seconda e la terza, compresi due meeting di lavoro a Dublino presso i quartier generali di Google e  Facebook per incontrare gli esperti di marketing, e tante opportunità di servizi offerte da CNA e dai partner del premio. Insieme a CNA, promotrice del premio, sulle nuove imprese italiane puntano Artigiancassa (main partner), Google, Facebook, Italia Startup, TAG, HFarm, Tim #WCAP, Starsup e Roland.

La nostra Confederazione ha una straordinaria voglia di aprirsi al mondo dei giovani imprenditori che scommettono sul loro futuro, che intraprendono quella che io definisco una missione: dare una mano non solo a un’impresa ma all’intero paeseha detto il Presidente Nazionale CNA, Daniele Vaccarino. Per il Segretario Generale, Sergio Silvestrinii giovani portano intelligenza, creatività sociale, investimenti e voglia di fare. Sono la parte migliore del Paese che noi vogliamo promuovere sempre di più. Il Paese oggi vive una fase complessa e difficile, forse più rivolto a se stesso che al futuro; noi invece vogliamo parlare al futuro. Parlare ai giovani credo sia un modo positivo di parlare al futuro” ha concluso Silvestrini.

Guarda il video integrale della finale

Le tre vincitrici del Premio Cambiamenti 2017

HotBlack Robotics vuole democratizzare, ovvero rendere accessibile a tutti, la robotica tramite la tecnologia abilitante del cloud computing e IoT: creando così la cloud robotics. La piattaforma di cloud robotics vede come valore centrale la crescente community di robot developers che crea, condivide e gestisce progetti di robotica in cloud (software e hardrware). Attualmente la community è focalizzata nel settore education con una partnership con Olivetti per la vendita dei kit robotici in tutta Italia e Comau per una collaborazione nel mercato dei makers (artigiani digitali).

VEGEA è un biomateriale che si ottiene della lavorazione della lignocellulosa e degli oli contenuti nella vinaccia: una materia prima totalmente vegetale costituita dalle bucce, semi e raspi dell’uva che si ricavano dalla produzione del vino. La ricerca è incentrata sulla creazione di biomateriali innovativi, compatibili con tutte le applicazioni dei settori fashion & design, per rispondere alla crescente esigenza di utilizzare prodotti green e animal free.

M3DATEK Srl propone innovativi DISPOSITIVI MEDICI STAMPATI 3D concepiti per la guarigione di ferite croniche della pelle (es. ulcere da diabete, ulcere venose, ustioni ecc) attraverso una medicazione a base di biopolimeri naturali (es. chitosano, acido ialuronico ecc) bio-assorbibile dopo l’applicazione: il dispositivo, una volta posizionato sulla piaga, può essere lasciato in sede fino al suo completo assorbimento e sostituzione da parte dei tessuti del paziente, riducendo notevolmente al paziente il disagio della medicazione e della rimozione meccanica di creme o cerotti favorendo la guarigione della ferita.

PREMIO CAMBIAMENTI: IL 30 NOVEMBRE A ROMA IN GARA LE 25 START UP FINALISTE

PREMIO CAMBIAMENTI: IL 30 NOVEMBRE A ROMA IN GARA LE 25 START UP FINALISTE

Seconda edizione del Premio “Cambiamenti” organizzato dalla CNA per le imprese che operano da meno di 3 anni con progetti e idee innovative. La manifestazione si svolgerà giovedì 30 novembre alle ore 11, presso l’Auditorium della CNA Nazionale in piazza Mariano Armellini 9/A. Le imprese che si sono iscritte quest’anno sono 711, l’anno scorso furono 603.

Conclusa la fase di valutazione con oltre 20 eventi territoriali, le 25 finaliste si confronteranno attraverso una presentazione di 2 minuti ognuna. In palio 20.000 euro per la prima classificata, 5.000 per la seconda e la terza, compresi due meeting di lavoro a Dublino presso i quartier generali di Google e Facebook per incontrare gli esperti di marketing, e tante opportunità di servizi offerte da CNA e dai partner del premio.

Insieme a CNA, promotrice del premio, sulle nuove imprese italiane puntano Artigiancassa (main partner), Google, Facebook, Italia Startup, TAG, HFarm, Tim #WCAP, Starsup e Roland.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA