Archivi per la Categoria: Credito ed incentivi

Contributi per partecipare a fiere, realizzare campionari, strategie di marketing e branding

Contributi per partecipare a fiere, realizzare campionari, strategie di marketing e branding

La Camera di Commercio delle Marche e la Regione Marche, intendono favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando attraverso il sostegno finanziario la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere e progetti di innovazione dei processi commerciali. Entrambi i bandi finanziano interventi e progetti al 50%.

 

Per il primo, lo stanziamento complessivo è pari a euro 700.000 ed è possibile presentare domande per partecipazioni a manifestazioni fieristiche in Italia e all’estero che si sono svolte dal 1/7/2019 e che si svolgeranno fino al 31/12/2019, entro il 20 gennaio 2020.

Il contributo viene concesso in base alle seguenti tipologie di fiere: fiere in Italia fino ad un massimo di 2.000 euro, fiere all’estero (in paesi UE) fino ad un massimo di 2.500 euro, fiere all’estero (in paesi EXTRA UE) fino ad un massimo di 3.500 euro, fiere nelle Marche fino ad un massimo di 400 euro.

 

Per il secondo bando, lo stanziamento complessivo è pari a euro 800.000 ed è possibile presentare domande, dal 1° ottobre 2019 al 31 gennaio 2020, per contributi fino ad un massimo di € 6000.

Sono ammesse ai contributi le imprese delle filiera Pelli-Calzatura che ricadono nell’area di Crisi Industriale Complessa del Distretto Fermo-Macerata – ricomprendente i Comuni di Tolentino e Corridonia e i Sistemi Locali del Lavoro di Fermo, Montegiorgio, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche – e rispondono ai requisiti contenuti nel Bando.

Sono ammesse a contributo le domande delle imprese per la realizzazione di una strategia di marketing e/o branding, in particolare per:

a) la realizzazione di uno o più campionari/collezioni nuovi ( acquisto materia prima, consulenza per progettazione e realizzazione);
b) la formazione specialistica di personale interno;
c) l’assunzione di una o più unità specializzate nel settore marketing, con un contratto di almeno sei mesi;
d) la consulenza per la redazione ed attuazione di un piano strategico di marketing o branding da attuare;
e) la registrazione del proprio marchio per una spesa massima riconoscibile di 1.500 euro, che, se non già in possesso dell’azienda, rappresenta comunque condizione necessaria per la partecipazione al bando in argomento.
Per ulteriori informazioni è possibile chiamare la CNA al numero 0734.600288, riferimento Giammarco Ferranti.

Agevolazioni per investimenti nelle PMI del Cratere sismico

Agevolazioni per investimenti nelle PMI del Cratere sismico

Un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate mette a disposizione delle imprese con unità produttiva ubicata nei Comuni del Cratere circa 40 milioni di euro da dedicare agli investimenti.

Le PMI possono presentare la richiesta sia per investimenti effettuati sia per investimenti da effettuare. È possibile ottenere l’agevolazione per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature varie finalizzati alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione, al cambiamento del processo produttivo.

Gli investimenti agevolabili sono quelli avviati dal 6 aprile 2018 e realizzati entro il 31 dicembre 2019.

Il contributo consiste in un credito di imposta da utilizzare in compensazione nel modella F24 la cui intensità varia con le dimensioni aziendali:

– 45% piccole imprese

– 35% medie imprese

– 25% grandi imprese

La domanda va inoltrata all’Agenzia delle Entrate a partire dal 25 settembre. Professionisti e consulenti CNA sono a disposizione delle imprese al numero telefonico 0733.27951 o all’indirizzo mail: info@mc.cna.it.

Pubblicato l’elenco delle imprese ammesse alle agevolazioni fiscali e contributive previste per la Zona Franca Urbana

Pubblicato l’elenco delle imprese ammesse alle agevolazioni fiscali e contributive previste per la Zona Franca Urbana

E’ stato pubblicato l’elenco 2019/2020 delle imprese e dei lavoratori autonomi ammessi alle agevolazioni fiscali e contributive previste per la Zona Franca Urbana istituita nei Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo, colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti dal 24 agosto 2016 (Scarica qui l’elenco).

Si tratta di circa 5 mila imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo a cui sono stati assegnati risorse pari a 123 milioni di euro. Si ricorda che è possibile utilizzare le somme residue già concesse e non fruite per i periodi d’imposta 2017 e 2018 (Z148/Z149/Z150) anche per i periodi d’imposta 2019 e 2020 (Scarica qui il testo completo del Decreto).

Attenzione alle nuove attività che alla data di presentazione dell’istanza non avevano ancora avviato l’attività (Scarica qui l’elenco delle nuove attività). Tali imprese dovranno comunicare al MISE l’effettivo avvio dell’attività antro il 31 dicembre 2019 pena l’esclusione dall’agevolazione.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare CNA Macerata al numero 0733.27951 o scrivere una mail all’indirizzo mrossi@mc.cna.it.

Contributi per “danni indiretti del sisma”: il MISE sopprime il tetto massimo del 30%

Contributi per “danni indiretti del sisma”: il MISE sopprime il tetto massimo del 30%

Nello scorso mese di giugno, la Regione Marche pubblicava la graduatoria relativa ai contributi di cui al D.L. 189/2016 convertito in Legge 299/2016 – art. 20 bis, meglio conosciuto come “Danno indiretto”. Il bando regionale, uscito più di un anno fa grazie ai fondi del Ministro dello Sviluppo Economico dell’11 agosto 2017, aveva la finalità di aiutare attraverso il riconoscimento di un contributo le imprese del sisma che avessero subito considerevoli cali di fatturato, anche indirettamente causati dal sisma. Alle oltre mille imprese beneficiarie la Regione riconosceva un ristoro equivalente al 30% del calo registrato e documentato.
Data la maggior disponibilità di fondi rispetto alle richieste pervenute, il MISE con un decreto del 6 giugno pubblicato in questi giorni in Gazzetta Ufficiale, autorizza ad una modifica espansiva dei parametri previsti.

Il decreto permette quindi alle imprese beneficiarie che non hanno ancora sostenuto i costi di produzione nel biennio 2017/2018 di poterli sostenere nel biennio 2019/2020, di poter cumulare le agevolazioni del presente decreto con qualsiasi altra agevolazione pubblica concessa per i medesimi costi della produzione e, soprattutto, in virtù della soppressione del valore del massimale pari al 30%, di poter incrementare il contributo concesso. Nella nota informativa sulla questione che la Regione ha inviato a tutti i beneficiari, si specifica ovviamente che l’incremento automatico del contributo (non occorre presentare ulteriore documentazione) resta sempre in rapporto alla reale disponibilità dei fondi e sempre nel limite massimo di € 50.000,00.

Articoli precedenti sull’argomento:

Graduatoria Danno indiretto sisma

Bando regionale Danno indiretto

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA