Archivi per la Categoria: Contenzioso tributario e fiscale

FATTURE ELETTRONICHE. CNA: PER EVITARE PROBLEMI ALLE PMI OCCORRE UNA PROROGA

FATTURE ELETTRONICHE. CNA: PER EVITARE PROBLEMI ALLE PMI OCCORRE UNA PROROGA

“L’obbligo di emettere fatture elettroniche non dovrà significare costi aggiuntivi per le piccole imprese, e dovrà partire solo dopo un adeguato periodo di sperimentazione.” È la posizione sottolineata dalla CNA in occasione del Forum della fattura elettronica presso l’Agenzia delle Entrate.

La CNA, in particolare, pone sei questioni:

  1. occorre limitare al massimo le informazioni da indicare in fattura;
  2. va costruito un metodo di recapito alternativo alle fatture elettroniche che dovrà funzionare in caso di blocchi del sistema dell’Agenzia delle entrate;
  3. le imprese devono avere la possibilità di indicare la PEC (posta elettronica certificata) del proprio intermediario sia per ricevere le fatture passive sia per le fatture attive;
  4. la data di emissione della fattura deve essere  quella indicata dalla fattura stessa, e il nuovo sistema dovrà limitarsi al ruolo di postino, senza porre termini per la generazione della fattura;
  5. bisogna abolire l’obbligo di apporre la firma digitale alla fattura elettronica;
  6. occorre che il sistema garantisca la conservazione elettronica delle fatture sia per gli adempimenti fiscali che per quelli di tipo civilistico.

“La digitalizzazione della contabilità è un vero passaggio epocale, ma per garantire che non arrechi problemi seri alle imprese occorre una proroga dell’entrata in vigore.”

BONUS EDILIZIO. CNA: “E’ UN’OPPORTUNITÀ DA CINQUE MILIARDI DI EURO”

BONUS EDILIZIO. CNA: “E’ UN’OPPORTUNITÀ DA CINQUE MILIARDI DI EURO”

I benefici e le agevolazioni oggi previsti per la ristrutturazione delle abitazioni o per la riqualificazione energetica degli edifici devono essere confermati nella misura attuale. Inoltre, le detrazioni fiscali per tutti i lavori edili, e per tutti i soggetti, vanno trasformate in credito d’imposta cedibile dalle famiglie e dalle imprese alle banche. E’ questa la strada maestra per consentire alle famiglie e alle imprese di ottenere liquidità per poter realizzare l’investimento sulla propria abitazione o sull’immobile dell’impresa per il quale si ha diritto all’agevolazione fiscale.

Questa opportunità – che la Legge di Bilancio 2017 riserva solamente agli “incapienti” , cioè a coloro che dichiarano redditi entro le soglie della “no tax area”, e solo per i lavori di efficientamento energetico nell’ambito dei condomini – è sicuramente positiva. Restringe eccessivamente, tuttavia, il perimetro degli utilizzatori depotenziando la possibilità di generare una spinta sufficiente ad aumentare la liquidità delle famiglie e di conseguenza la domanda interna.

Dalle nostre analisi risulta evidente che, se consideriamo al 3,6% il tasso praticato dalle banche per i mutui destinati alla ristrutturazione delle abitazioni, trasformare le detrazioni in credito d’imposta cedibile avrebbe come risultato la copertura del 42,52% dell’investimento che si intende realizzare per la ristrutturazione (invece della detrazione del 50% diluita in 10 anni), copertura che toccherebbe il 55,28% degli investimenti nel caso di una riqualificazione energetica (al posto della detrazione del 65% diluita in dieci anni).

Le famiglie avrebbero denaro spendibile subito, generando in questo modo in soli due anni, secondo le stime del Centro Studi Cna, una domanda di lavori nel settore delle costruzioni pari a circa 5 miliardi di euro che migliorerebbe sensibilmente il tono economico dell’intero comparto.

ZONA FRANCA URBANA E BANDO MANIFATTURA 4.0: INCONTRI CON LE IMPRESE A PARTIRE DAL 3 OTTOBRE

ZONA FRANCA URBANA E BANDO MANIFATTURA 4.0: INCONTRI CON LE IMPRESE A PARTIRE DAL 3 OTTOBRE

Come è regolamentata la Zona Franca Urbana? Quali sono le agevolazioni previste e chi ne può beneficiare? Credito: come si accede al bando regionale Manifattura 4.0, quali sono i requisiti e le scadenze? Per rispondere a queste e altre domande la CNA Territoriale di Macerata e Fidimpresa Marche incontreranno imprese e lavoratori autonomi sul territorio a partire dalla prossima settimana.

Sono previste – spiegano i responsabili dell’area fiscale di CNA Macerataesenzioni fiscali e contributive in favore di imprese che svolgono la propria attività o che la avviano nella ZFU Sisma Centro Italia. Possono accedere alle agevolazioni, per un limite massimo di 200 mila euro, imprese con sede principale o unità locale nella ZFU e i titolari di reddito da lavoro autonomo.

Nel dettaglio le agevolazioni consistono nell’esenzione dalle imposte sui redditi sul reddito derivante dallo svolgimento dell’attività nella ZFU fino a concorrenza dell’importo di euro 100.000, nell’esenzione dall’IRAP del Valore della Produzione Netta fino al limite di 300.000 euro, nell’esenzione dall’IMU per gli immobili posseduti ed utilizzati all’interno della ZFU e nell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro sulle retribuzioni dei dipendenti. Il periodo agevolato – chiariscono – è quello degli anni 2017 e 2018 e per poter usufruire dell’agevolazione occorre dimostrare di aver subito una riduzione dei ricavi pari al 25% nel periodo 01/09/2016 – 31/12/2016 rispetto al corrispondente periodo 2015. Sarà necessaria la presentazione di un’stanza telematica dal 23 ottobre al 6 novembre 2017”.

Inoltre, negli incontri in programma Fidimpresa Marche illustrerà il bando regionale Manifattura e Lavoro 4.0, che prevede una dotazione finanziaria iniziale di 8,9 milioni di euro in contributi a fondo perduto.  L’obiettivo è favorire i processi di innovazione tecnologica e digitale delle PMI manifatturiere marchigiane, attraverso il sostegno a nuovi investimenti, materiali e immateriali, nell’ottica del “Piano Nazionale Industria 4.0”. Il percorso di riqualificazione tecnologico/digitale dovrà essere strettamente collegato alla valorizzazione delle risorse umane: ecco perché per accedere al bando le imprese devo aver attivato almeno un tirocinio di inserimento o reinserimento lavorativo, di sei mesi, collegato al progetto  da sviluppare.

La serie di incontri partirà il prossimo martedì 3 ottobre, nella sede CNA di Camerino in località Torre del Parco. I prossimi appuntamenti saranno: 5 ottobre CNA Tolentino, 10 ottobre CNA Cingoli, 16 ottobre CNA Macerata, 19 ottobre CNA Civitanova Marche. Gli incontri si terranno sempre alle ore 21.

INAIL. EVENTI POST-SISMA 2016: RICHIESTA AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

INAIL. EVENTI POST-SISMA 2016: RICHIESTA AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE

L’INAIL ha recepito con le circolari n. 41/2016, 5/2017 e 24/2017 le disposizioni del D.L. n. 189/2016, convertito con Legge n. 229 del 15 dicembre 2016, concernente interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016, ed ha determinato le modalità di sospensione dei termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti dei premi oggetto di agevolazione.
Si ricorda a tutti i soggetti interessati che, per effetto delle circolari suddette, il termine ultimo per la presentazione delle istanze di sospensione è fissato per il prossimo 16 ottobre 2017.
Si ricorda inoltre che, in caso di istanze non contenenti richiesta di rateazione, il pagamento dei premi attualmente sospesi dovrà essere effettuato in unica soluzione entro la medesima data del 16 ottobre 2017.
Entro lo stesso termine, qualora non avessero già provveduto, le imprese interessate alla dilazione del pagamento dovranno, quindi, presentare istanza di rateazione così come stabilito dalle circolari citate.

Per informazioni e chiarimenti rivolgersi ai consulenti che si occupano dell’autoliquidazione INAIL.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA