Archivi per la Categoria: Commercio e Turismo

CIVITANOVA MARCHE. ACCONCIATORI: POLEMICA SULLE APERTURE. CNA: NO AD AZIONI ESTEMPORANEE

CIVITANOVA MARCHE. ACCONCIATORI: POLEMICA SULLE APERTURE. CNA: NO AD AZIONI ESTEMPORANEE

Riguardo la questione emersa nei giorni scorsi, relativa alle aperture e chiusure previste per le attività di acconciatura ed estetica, la posizione espressa dalla CNA di Civitanova Marche è chiara: no a provvedimenti presi senza l’ascolto delle categorie coinvolte.

Siamo convinti – sostiene Federica Carosi, Responsabile territoriale CNA del settore Benessere e Sanitàche sia necessario favorire la libera scelta degli artigiani e degli imprenditori. Sarebbe bene prevedere sì la chiusura, ma senza penalizzare e sanzionare gli operatori che invece intendono restare aperti, sempre nel rispetto delle norme che tutelano il riposo dei lavoratori. Tuttavia, prima ancora di avanzare qualsiasi proposta, è per noi imprescindibile ascoltare la categoria”.

Ecco che allora che CNA riunirà gli artigiani del settore lunedì 15 gennaio 2018, alle 10.00, nella sede di Civitanova Marche di via Einaudi 436: “Incontreremo gli artigiani della categoria, oltre ai parrucchieri e i barbieri colpiti dalle sanzioni comminate dall’Amministrazione comunale sulla base di un’ordinanza datata, che risale a dieci anni fa – riferisce Carosie non tiene conto dei cambiamenti incorsi, a partire dalla diffusione delle medesime attività nei centri commerciali che, appunto, non sembrano dover sottostare alle stesse regole”.

Per CNA, considerata l’importanza della questione, è fondamentale evitare modifiche estemporanee del regolamento, che non tengano conto del parere degli operatori e di chi effettivamente nel settore ci lavora: “La CNA rappresenta gli interessi degli artigiani e dei piccoli imprenditori, in tutto il territorio maceratese e anche a Civitanova Marche – chiude Federica Carosi –  esortiamo quindi l’Amministrazione comunale ad attivare forme di consultazione della categoria e invitiamo l’Assessore Pierpaolo Borroni a partecipare alla riunione che abbiamo convocato per lunedì con gli operatori del settore e che auspichiamo sia un momento proficuo di confronto e collaborazione”.

 

 

WEDDING PLANNER, NATUROPATA, INVESTIGATORE PRIVATO: CHI E’ STANCO DI CERCARLO, SI INVENTA IL LAVORO

WEDDING PLANNER, NATUROPATA, INVESTIGATORE PRIVATO: CHI E’ STANCO DI CERCARLO, SI INVENTA IL LAVORO

Quando il lavoro manca bisogna inventarlo. Ed ecco, seguendo le tendenze del momento, che si moltiplicano i naturopata, i counselor, gli artiterapeuta, i chinesiologi, gli wedding planer, gli istruttori cinofili, i clinical monitor, i cuochi, gli investigatori privati. Sono soltanto alcune delle oltre quaranta professioni che si occupano di servizi alle imprese e alle persone. Soggetti con partita Iva ma senza essere iscritti ad alcun ordine professionale. Nelle Marche, secondo l’Osservatorio Permanente Cna Professioni della Cna, sono 8.715 i professionisti non ordinistici. Complice la crisi che ha costretto molti a inventarsi nuove attività, tra il 2009 e il 2016 sono aumentati del 30 per cento. Un esercito in continua crescita anche rispetto ai 7.798 del 2014 ed ai 8.459 del 2015. Guadagnano poco ma se l’alternativa è la disoccupazione, va bene lo stesso. Il reddito medio nelle Marche di questi imprenditori di sé stessi è di 14.143 euro. Poca cosa, si dirà. Vero. Ma complessivamente il loro contributo al Pil regionale ammonta a 123,2 milioni di euro. Inoltre rappresentano l’1,4 per cento degli occupati marchigiani. In Italia i professionisti senza professione sono 323.172 ed hanno un reddito medio di 16.904 euro. A guadagnare meno, anche un questo campo, sono i più giovani, quelli con meno di 40 anni, che sono il 40 per cento del totale. Addirittura il reddito medio degli under 24 oscilla tra i 7 e gli 8 mila euro l’anno.

I redditi più alti si trovano in Lombardia (20.844 euro di reddito medio), i più bassi in Calabria (9.901euro ). Sono tanti e guadagnano poco. Bisogna però tener conto, secondo la Cna, che un terzo di loro integra il reddito svolgendo altre attività.

Chi sono questi nuovi professionisti senza ordine professionale? Età media di 49 anni, il 62 per cento sono uomini e il 54 per cento è laureato. Meno di uno su quattro si è fermato alla licenza di scuola media inferiore.

Si tratta” afferma il presidente Cna Marche Gino Sabatini “di professioni non regolamentate, che cercano un riconoscimento delle proprie competenze e quindi un valore aggiunto sul mercato. Ma si scontrano con una molteplicità di attestazioni e sistemi di valutazione diversi regione per regione, mentre bisognerebbe uniformarli, armonizzando le certificazioni per farle riconoscere in tutta Europa. Intanto riteniamo importante l’introduzione dell’equo compenso per tutti i professionisti, anche quelli senza ordine professionale. Si tratta di una tutela per il lavoro e la dignità, soprattutto dei più giovani. Le regole servono altrimenti il confine tra chi è libero professionista regolare e chi lo fa abusivamente diventa troppo labile”.

Alcune regole, sottolinea la Cna Marche, dopo l’approvazione del Jobs Act delle professioni, avvenuta lo scorso maggio, esistono. Riguardano il ritardato pagamento dei compensi, la deducibilità delle spese di formazione, l’accesso agli appalti pubblici, l’indennità di maternità, la tutela di gravidanza, malattia e infortuni, la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Adesso” conclude Sabatini “si tratta di fare altri passi avanti nella tutela di questi professionisti definendo in modo chiaro le caratteristiche per escluderli dal pagamento dell’Irap per l’assenza dell’autonoma organizzazione, favorendo la creazione di reti, consorzi e altre forme di aggregazione fra professionisti e regolamentare il mercato attraverso un riconoscimento di queste attività professionali”.

PROFESSIONISTI NON ORDINISTICI

Sono regolamentati dalla legge 4/2013, e forniscono “prestazioni di servizi e beni a favore di terzi, esercitate abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con l’esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio”

ALCUNE PROFESSIONI REGOLATE DALLA LEGGE 4/2013

Fisico, naturopata, investigatore privato, counselor, educatore del gesto grafico, wedding planner, artiterapeuta, chinesiologo, clinical monitor, cuoco, giudice arbitro giudiziario, educatore e istruttore cinofilo, professionista dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità, patrocinatore stragiudiziale, tributarista.

SAPORI, PERCORSI, ESPERIENZE: IL PROGETTO DI PROMOZIONE TURISTICA DI CNA MACERATA

SAPORI, PERCORSI, ESPERIENZE: IL PROGETTO DI PROMOZIONE TURISTICA DI CNA MACERATA

“Vi aspettiamo per gustarli insieme”: con questa frase si chiudono i video del progetto “Sapori, percorsi, esperienze” di CNA Macerata, patrocinato dalla Camera di Commercio, che raccontano quattro tra i prodotti tipici del Maceratese scelti come primi ambasciatori del territorio in Italia.

La Vernaccia nera di Serrapetrona, l’olio di coroncina, la coppa di testa, i biscotti all’anice: saranno i primi quattro protagonisti dei contenuti digitali collegati tramite QR code ai totem da tavola che arriveranno nelle strutture turistico-ricettive e della ristorazione italiane, grazie al sistema CNA Nazionale.

Un vero e proprio invito a gustare i prodotti “narrati” dai video, realizzati da professionisti del settore, perché ad oggi il racconto del cibo è il primo veicolo di attrazione turistica: l’obiettivo è contribuire, attraverso il “turismo esperienziale”, alla diffusione della conoscenza dei prodotti più tipici del territorio, sia tra il pubblico degli operatori dell’accoglienza turistica e della ristorazione, che nei confronti degli stakeholder potenzialmente interessati (ristoratori, tour operator etc), oltre che verso la generalità della popolazione. Le fasi successive del progetto prevedono anche percorsi esperienziali, missioni di imprese e corsi di formazione.

Il tempo, la storia, la natura, il lavoro dell’uomo, il saper fare, la manualità, la pazienza, l’amore e l’innovazione tecnologica: sono solo alcune delle componenti che rendono la nostra “enogastronomia  simbolo dell’italian way of life – come detto da Matteo Petracci, responsabile CNA Maceratache riusciamo ad esportare con successo. Mangiare è un’esperienza, che abbiamo voluto raccontare attraverso i video dei prodotti scelti in questa prima fase, per mettere insieme sia la grande tradizione e che una parte di territorio molto colpita dal sisma 2016”.

Tra il pubblico, oltre alle aziende del settore agroalimentare, anche gli studenti delle classi a indirizzo cucina dell’Istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli.

Dopo i saluti introduttivi del Presidente Territoriale CNA Giorgio Ligliani, alla presenza dell’Assessore Regionale al Turismo Moreno Pieroni, che ha plaudito all’iniziativa annunciandone il coinvolgimento nell’attività di promozione regionale, e dell’Assessore Regionale alle Aree Interne Angelo Sciapichetti, sono intervenuti Roberto Paoloni sindaco di Belforte, Giordano Nasini  consigliere camerale e direttore Coldiretti, Luciano Ramadori Direttore Generale CNA Macerata e  Cristiano Tomei responsabile nazionale CNA Turismo e Commercio.

CLICCA QUI PER VEDERE I VIDEO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

La Vernaccia nera di Serrapetrona, l’olio di coroncina, la coppa di testa, i biscotti all’anice: saranno gli ambasciatori del Maceratese e delle Marche fuori dai confini regionali, grazie al progetto “Sapori, percorsi, esperienze” che la CNA di Macerata presenterà venerdì 15 dicembre alle ore 10 al Ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti. Realizzato con il patrocinio della Camera di Commercio di Macerata, ha l’obiettivo di contribuire, attraverso quello che viene definito “turismo esperienziale”, alla diffusione della conoscenza dei prodotti più tipici del territorio, sia tra il pubblico degli operatori dell’accoglienza turistica e della ristorazione, che nei confronti degli stakeholder potenzialmente interessati (ristoratori, tour operator etc), oltre che verso la generalità della popolazione.

Nel settore del turismo e dell’accoglienza – riferisce il Presidente Territoriale Giorgio Liglianil’uso combinato di tecnologie innovative, digitalizzazione e recupero di storia e tradizioni sta diventando uno strumento sempre più strategico per la valorizzazione delle potenzialità locali, sulla base della convinzione che il territorio, per essere attrattivo, non vada solo ben pubblicizzato, ma anche e soprattutto raccontato. La sfida di oggi è affiancare all’offerta di prodotti e servizi, anche quel di più rappresentato dalla narrazione del territorio e la sua storia”.

In questa prima fase sono stati scelti quattro tra i prodotti simbolo dell’enogastronomia tipica nostrana, per i quali sono state redatte schede storiche e realizzato materiale promozionale quale un totem da tavola sui quali sono presenti QR code collegati a video che raccontano ognuno la storia del prodotto e le sue caratteristiche: “Per favorire la promozione del territorio attraverso la narrazione dei prodotti e dei processi produttivi, fatta in prima persona dagli stessi artigiani – fa notare il Direttore Generale Luciano Ramadoriè fondamentale la costruzione di una rete di portatori di interessi, come ristoratori, operatori dell’accoglienza, botteghe di qualità, che possano rivolgersi ad un vasto pubblico di appassionati di enogastronomia. Questo sarà possibile grazie al coinvolgimento in questo progetto del sistema CNA nazionale, che può contare su oltre 100 presidi provinciali”.

Per questo nell’incontro di venerdì, al quale saranno parteciperanno gli studenti delle classi a indirizzo cucina dell’Istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli, sarà presente Cristiano Tomei responsabile nazionale CNA Turismo e Commercio. Interverranno inoltre anche Roberto Paoloni sindaco di Belforte, Moreno Pieroni assessore regionale al Turismo, Angelo Sciapichetti assessore regionale alle Aree Interne, Giorgio Ligliani presidente CNA Territoriale di Macerata, e Matteo Petracci funzionario CNA Macerata.

Il 15 dicembre saranno presentate al pubblico di aziende del settore le fasi successive del progetto, che prevede anche percorsi esperienziali, missioni di imprese e corsi di formazione.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA