Archivi per la Categoria: Sindacale

SHOES FROM ITALY E MODA ITALIA: TOKYO, 6-8 FEBBRAIO 2018. COME PARTECIPARE

SHOES FROM ITALY E MODA ITALIA: TOKYO, 6-8 FEBBRAIO 2018. COME PARTECIPARE

L’Azienda Speciale Ex.It, in compartecipazione con il Sistema camerale regionale e la Regione Marche (sulla base del “Piano integrato per l’internazionalizzazione e la promozione all’estero 2016-2018” e nelle more di approvazione del “Programma Promozionale 2017”), prevede di organizzare la partecipazione di una collettiva di imprese produttrici marchigiane allo “SHOES FROM ITALY” di Tokyo, manifestazione riservata al settore calzature, e una collettiva di imprese produttrici marchigiane alla “MODA ITALIA” di Tokyo, riservata al abbigliamento, pelletteria e accessori, che si terranno dal 6 all’ 8 febbraio 2018.

“Shoes from Italy” è alla 62esima edizione ed è dedicata alla presentazione delle collezioni autunno/inverno 2018-2019 di calzature di livello fine e medio fine. Come da tradizione, la Mostra si terrà in concomitanza con “Moda Italia”, al fine di offrire agli operatori esteri una presentazione total look della moda Made in Italy. La “Moda Italia”, 52esima edizione, è dedicata alla presentazione delle collezioni autunno/inverno 2018-2019 total look donna, uomo e bimbo e pelletteria.

L’iniziativa si terrà presso il centro espositivo Belle Salle Shibuya Garden di Tokyo, nuova sede della Mostra da luglio 2016.

Le imprese partecipanti avranno a disposizione un’area espositiva di 9 mq opportunamente allestita “chiavi in mano”  ad un costo ridotto.

Potranno partecipare le sole imprese di produzione regolarmente iscritte alle CCIAA di competenza ed in regola con il pagamento del diritto annuale. Saranno prese in considerazione le domande di partecipazione pervenute alle Aziende Speciali di competenza territoriale, entro e non oltre il 23 ottobre 2017, corredate di copia del bonifico bancario del versamento della quota di partecipazione sul c/c intestato alle Aziende Speciali di competenza territoriale.

INFO: CNA Terr.le di Macerata, resp. Federmoda Giammarco Ferranti, 0734/992746 ferranti@cnafermo.it

DALLA RICOSTRUZIONE ALLA RINASCITA: QUALE STRATEGIA? IL COMMISSARIO DE MICHELI DOMANI ALL’ASSEMBLEA DI CNA MARCHE

DALLA RICOSTRUZIONE ALLA RINASCITA: QUALE STRATEGIA? IL COMMISSARIO DE MICHELI DOMANI ALL’ASSEMBLEA DI CNA MARCHE

Prima sono crollate le case. Poi è crollato il sistema produttivo. Il terremoto dello scorso anno ha coinvolto 87 comuni marchigiani e lesionato edifici in altri 90 comuni, per un totale di 177 comuni colpiti dal sisma, pari al 77% dei 229 Comuni marchigiani, con 50 mila edifici inagibili. Dopo un anno, mentre sta per partire la ricostruzione, si cominciano a misurare anche gli effetti del sisma sull’economia. Lo ha fatto il Centro Studi Cna delle Marche e dallo studio emergono dati molto preoccupanti.

“Tra il mese di ottobre dell’anno scorso e il mese di aprile di quest’anno” affermano il presidente  Cna Marche Gino Sabatini e il segretario Otello Gregorini “ il fatturato delle imprese del cratere con meno di 20 addetti, che sono la quasi totalità delle 27.616 imprese attive nelle aree colpite dal sisma con 96.069 addetti, è diminuito del 5 per cento mentre il fatturato delle imprese marchigiane è aumentato del 2,3 per cento. Ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza produttiva e occupazionale che deve essere affrontata con provvedimenti straordinari e con il coinvolgimento di tutti gli attori economici e sociali dell’area terremotata”.

Quali politiche e quali strategie per le Marche del dopo sisma?  La Cna presenterà le sue proposte per un percorso che porti le zone terremotate dalla ricostruzione alla rinascita, in occasione dell’Assemblea regionale dell’Associazione artigiana, che si terrà  giovedì 19 ottobre. L’appuntamento è per le ore 16,30 ad Ancona Sala Drudi, via Sandro Totti 4 (sede Cna Marche).

Il documento della Cna sarà illustrato dal direttore del Centro Studi Giovanni Dini e dal responsabile Cna Costruzioni Marche Marco Bilei. Ne discuteranno l’Onorevole Paola De Micheli, Commissario straordinario del Governo per la ricostruzione, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il presidente della Cna Marche Gino Sabatini. Il dibattito sarà coordinato dal presidente dell’Istao Pietro Marcolini.

L’indagine del Centro Studi Cna Marche sulle imprese del cratere, evidenzia  come a pagare il prezzo più salato al terremoto siano state le aziende dei trasporti con un calo del fatturato del 10 per cento mentre nelle Marche cresceva del 4,8 per cento. I ricavi delle imprese manifatturiere sono crollati del 7 per cento a fronte di una sostanziale stabilità nella regione. Molto male anche il commercio che ha perso il 6,2 per cento mentre nella regione il fatturato del settore è aumentato del 3,4 per cento. Appena meglio i servizi (-4,7 contro una crescita nelle Marche del 3,7 per cento) e l’edilizia che perde il 3,5 per cento ma che è andata indietro anche nel resto della regione.

SISMA: BENE LA DILAZIONE DEL PAGAMENTO CONTRIBUTI SOSPESI. DOMANI CNA IN ANCONA CON COMMISSARIO DE MICHELI

SISMA: BENE LA DILAZIONE DEL PAGAMENTO CONTRIBUTI SOSPESI. DOMANI CNA IN ANCONA CON COMMISSARIO DE MICHELI

La CNA Territoriale di Macerata esprime soddisfazione per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n.242 del 16 ottobre del decreto che all’art. 2 c.7,  prevede che «Gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, sospesi ai sensi del DL 189  del 2016, sono effettuati entro il 31 maggio 2018, senza applicazione di sanzioni e interessi, anche mediante rateizzazione fino ad un massimo di 24 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2018».

Si tratta – dice il Presidente Territoriale Giorgio Liglianidi una buona notizia che tiene conto della necessità di prorogare i termini per i pagamenti dei contributi previdenziali sospesi fino al 30 settembre 2017”.

I versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali previsti dalle scadenze dal 1 ottobre 2017 sono dovuti normalmente: “Per i versamenti fiscali tutto è rimasto invariato –  ricorda il Direttore Generale CNA Luciano Ramadorima le imprese e i lavoratori autonomi interessati possono chiedere agli Istituti di Credito convenzionati un finanziamento garantito dallo Stato al fine di pagare i tributi sospesi. Il finanziamento ottenuto verrà restituito a rate a partire dal 1 gennaio 2012 in 5 anni”.

Riguardo la Zona Franca Urbana, CNA ha chiesto da tempo un prolungamento del periodo di agevolazione e una modifica del periodo di base del conteggio della diminuzione del 25% del fatturato a partire dall’ottobre 2016 e non dall’agosto del 2016, che di fatto ha depotenziato il provvedimento escludendo molte imprese dalle agevolazioni.

Su questo punto per la CNA è interessante la proposta dell’ANCI Marche di tenere presente per il conteggio della riduzione del fatturato un arco temporale ricompreso nel periodo dell’emergenza che ancora non si è concluso.

Su questa questione e su altre relative alla ricostruzione la CNA di Macerata, in rappresentanza del territorio e delle imprese che più di altri nel Centro Italia ha subito i danni, interverrà nell’incontro previsto giovedì 19 ottobre nella sede di CNA Marche con la Commissaria per la Ricostruzione on. De Micheli.

La CNA di Macerata invita i soggetti interessati a rivolgersi presso le proprie sedi per avere assistenza e informazioni sulle prossime scadenze fiscali connesse alle norme sul sisma.

RISPARMI SUL COSTO DELL’ENERGIA: PIACE IL PROGETTO CNA

RISPARMI SUL COSTO DELL’ENERGIA: PIACE IL PROGETTO CNA

Il Progetto Energia, che offre agli aderenti vantaggi sulle forniture di energia elettrica e gas oltre al monitoraggio mensile delle bollette, è stato presentato ufficialmente giovedì 12 ottobre nella sede CNA di Civitanova Marche, riscuotendo grande interesse da parte delle imprese.

“Il Progetto, possibile grazie alla collaborazione con la CNA di Forlì – Cesena, ha destato interesse in particolare nelle imprese dei settori ristorazione, meccanica, produzione e lavorazioni alimentari. Abbiamo già incontrato alcune aziende – commenta Michela Rossi, referente del Progetto Energia  di CNA di Maceratache hanno dato l’adesione al prossimo gruppo di acquisto per l’attivazione del servizio.”

I numeri parlano chiaro: nell’arco di 24 mesi CNA Forlì-Cesena ha assicurato alle imprese un risparmio complessivo di oltre 1,2 milioni di euro sui costi energetici, attraverso la logica del gruppo d’acquisto, che permette di spuntare prezzi molto più bassi grazie alla competizione tra fornitori sul mercato libero, sia per quanto riguardo l’energia elettrica che il gas.

Partecipando con CNA alle aste telematiche, i risparmi per le aziende arrivano fino al 30%, tanto che il 98% degli aderenti ha rinnovato il contratto.

Rispetto ai quantitativi complessivi, sono 800 i punti di fornitura (contatori) seguiti da CNA, per un totale di 30 Gigawatt/ora di energia elettrica e 3 milioni di metri cubi di gas.

I dati presentati recentemente dall’Osservatorio Energia di CNA Nazionale dimostrano l’attualità di questo servizio: le imprese italiane pagano fino al 45,4% in costi energetici in più rispetto ai colleghi europei, con un’incidenza del prelievo fiscale in assoluto più alto d’Europa. Si rivela quindi molto difficile per le nostre pmi essere competitive sui mercati internazionali con questo gap all’origine.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA