Archivi per la Categoria: News

FIDIMPRESA MARCHE: APPROVATO IL BILANCIO 2017

FIDIMPRESA MARCHE: APPROVATO IL BILANCIO 2017

L’Assemblea dei soci ha approvato il Bilancio 2017 di Fidimpresa Marche: la riunione si è tenuta lo scorso 20 aprile nella sala conferenze del Parco Hotel di Pollenza. Il confidi CNA conta, al 31 dicembre 2017, 24.141 soci in tutta la regione: nel corso del 2017 Fidimpresa ha deliberato positivamente, a livello regionale, 2.563 richieste di garanzie per complessivi 58.544.037 euro, per un totale di 132 milioni di finanziamenti di cui 43 milioni per le imprese manifatturiere, 21 milioni di euro per le attività commerciali e 19 per le imprese edili.

Si tratta di un bilancio di consolidamento rispetto al 2016 – aggiunge Giancarlo Gagliardini, direttore generale di Fidimpresa Marchema nel 2018 ci aspettiamo un’ulteriore crescita, rafforzando la nostra presenza proprio sul territorio di Macerata, che ha necessità specifiche legate al post sisma”.

Le garanzie rilasciate nell’anno 2017 dalla sede di Macerata, che conta 5.152 soci, in aumento dell’1,28% rispetto all’anno precedente – ha riferito il direttore Fidimpresa Marche di Macerata Massimiliano Moriconisono pari a 14.595.967 euro, per un totale di 579 operazioni effettuate. In un territorio come il nostro, con le gravi difficoltà legate al sisma, Fidimpresa Marche resta al fianco delle imprese: siamo ancora in una fase iniziale della ricostruzione ed è per questo che stiamo incontrando gli istituti di credito per capire come andare incontro dal punto di vista tecnico alle esigenze delle imprese. L’attività tipica del confidi, cioè il rilascio di garanzia – prosegue Moriconi rimane solida, una novità importante nel 2017 è arrivata dal credito diretto, che ha superato le performance attese sia in termini di interesse dimostrato dalla base associativa, sia di numeri che di condizioni del prodotto promosso: sono stati circa 100 gli interventi sul territorio regionale per 4 milioni di euro, di cui 1,5 milioni nel Maceratese. A questo si aggiunge una buona attività legata alle pratiche di contributi a fondo perduto”.

Commenta Giorgio Ligliani, Presidente della CNA Territoriale di Macerata: “Fidimpresa Marche conferma il suo ruolo di strumento strategico per le pmi e il loro sviluppo: un sostegno fondamentale, in un anno nel quale il credito alle imprese è diminuito del 10,3%, passando da 18,4 a 16,5 milioni di euro. Il processo di aggregazione di Fidimpresa in SRGM, Società Regionale di Garanzia Marche, è ormai arrivato a destinazione: l’asset del confidi di CNA sarà fondamentale per SRGM, al quale apporta le proprie strutture e i propri soci, che rappresentano oltre il 50% del totale del confidi unico. All’interno di questa operazione Macerata sarà presente nel Consiglio di Amministrazione con la figura del direttore generale di CNA Luciano Ramadori”.

FORMAZIONE. IN PARTENZA IL NUOVO CORSO AGGIORNAMENTO SAB

FORMAZIONE. IN PARTENZA IL NUOVO CORSO AGGIORNAMENTO SAB

E’ in partenza il corso di Aggiornamento SAB : Le lezioni si terranno nella sede di Villa Baruchello a Porto Sant’Elpidio in Via Belvedere n.20 il prossimo 21 maggio 2018 con orario 9-13 e 14-18.

Il modulo di partecipazione deve essere compilato e inviato a corsi@formartmarche.it o al n. fax 071/2855078.

EDILIZIA. SILVESTRINI: RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO DEGLI EDIFICI MOTORE DI QUESTO MERCATO

EDILIZIA. SILVESTRINI: RIQUALIFICAZIONE E RECUPERO DEGLI EDIFICI MOTORE DI QUESTO MERCATO

Riqualificazione e recupero degli edifici rappresentano oggi il motore principale del mercato delle costruzioni. Percorrere con decisione questa strada significa non solo invertire la tendenza negativa degli ultimi anni ma porre le basi di un nuovo sviluppo. Le costruzioni sono da sempre il driver più importante per la domanda interna. Un euro investito in edilizia produce tre euro di Pil. Con gli incentivi del piano Ecobonus per la ristrutturazione energetica e del piano Sismabonus per gli adeguamenti antisismici abbiamo a disposizione due strumenti ad altissimo impatto economico.

Quasi un milione di condomini sono stati costruiti negli anni del boom economico prima della normativa antisismica e senza nessuna attenzione agli aspetti energetici. Non siamo all’anno zero e molto è stato fatto. Dal 1998 al 2016 le misure di incentivazione fiscale per il recupero edilizio e la riqualificazione energetica hanno messo in moto investimenti per 237 miliardi di euro. Oltre la metà delle famiglie italiane si è mossa. Ora la sfida è offrire questa possibilità a un milione di condomini con il meccanismo della cessione del credito di imposta. È qui che si può spiccare il salto di qualità per qualificare e mettere in sicurezza il patrimonio immobiliare italiano e per imprimere una spinta potente alla ripartenza dell’economia”.

Lo ha affermato il Segretario generale della CNA, Sergio Silvestrini, chiudendo i lavori del convegno “Riqualifichiamo la Sicilia”, organizzato dalla CNA a Catania.

FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA: L’EUROPA CONCEDE LA DEROGA. CNA: SERVONO 6 MESI DI SPERIMENTAZIONE

FATTURAZIONE ELETTRONICA OBBLIGATORIA: L’EUROPA CONCEDE LA DEROGA. CNA: SERVONO 6 MESI DI SPERIMENTAZIONE

L’Unione Europea ha concesso all’Italia una deroga alla direttiva sull’Iva, autorizzando la fatturazione elettronica obbligatoria dal 1° luglio 2018 al 31 dicembre 2021. Come riporta la Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (serie L99 del 19 aprile) si stabilisce una autorizzazione temporanea la cui eventuale proroga sarà subordinata a tre condizioni:

1) che sia stato efficace il contrasto all’evasione Iva;

2) che si sia ottenuta una semplificazione nella riscossione delle imposte;

3) che il tutto non abbia comportato nessun aumento degli oneri amministrativi sulle imprese.

Le condizioni poste dall’Europa rafforzano e confermano – implicitamente – le due richieste avanzate proprio dalla CNA cioè la necessità del rinvio della partenza e di un congruo periodo di sperimentazione. È evidente infatti che per le imprese la fatturazione elettronica obbligatoria costringe a sostenere nuovi costi e a mettere in atto sforzi organizzativi ingenti che non possono rischiare di essere vanificati dopo tre anni. Lo ribadiamo: oggi è ancora più importante che l’avvio dell’obbligo avvenga solamente quando avremo la relativa sicurezza che tutto possa funzionare regolarmente.

È altrettanto fondamentale che l’obbligo anticipato alla fatturazione elettronica della cessione di carburante, che dovrebbe partire dal 1° luglio, venga rinviato di un semestre, per avere l’avvio simultaneo del progetto per tutti i soggetti. Va inoltre previsto un semestre di sperimentazione nel quale dovrà essere consentito il doppio regime di fatturazione, su carta e digitale. Dobbiamo evitare, lo ribadiamo, che tutto si trasformi in un aumento degli oneri e dei costi amministrativi a carico delle imprese.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA