Archivi per la Categoria: Area

Le imprese del futuro e le nuove tecnologie digitali: Industria 4.0, nuova Sabatini 2019 e finanziamenti

Le imprese del futuro e le nuove tecnologie digitali: Industria 4.0, nuova Sabatini 2019 e finanziamenti

Sono migliaia le imprese interessate all’ innovazione e alla  digitalizzazione, impresa 4.0 e all’utilizzo dei big data.

In particolare per la produzione di stampi, apparecchi elettrici ed elettronici, macchinari, autoveicoli. Fino alla produzione di armi, casseforti, porte blindate. Inoltre i big data hanno importanti applicazioni in tutti i settori manifatturieri, nei supermercati, banche, cybersecurity, ricerca genetica, sanità, marketing.

E’ a loro e a tutte le imprese innovatrici che è rivolto il convegno “Le nuove tecnologie digitali , una chiave per competere ”, organizzato da CNA Macerata per martedì 26 marzo 2019 alle ore 19.  L’iniziativa si terrà a nella sede dell’associazione  in via Einaudi 436 a Civitanova Marche .

Verranno presentate le opportunità per organizzare al meglio il lavoro ddelle imprese sia manifatturiere che dei servizi attraverso i supporti forniti dalle nuove tecnologie che gestiscono grandi masse di dati.

Il programma: dopo la presentazione del direttore Luciano Ramadori  prevede  gli interventi di Domenico Ursino, docente di ingegneria informatica all’Università Politecnica delle Marche, Gianluca Di Buò presidente dell’Unione produzione Cna Marche e Alessandro Righi Responsabile Regionale Consulenza Agevolata Uni.Co che focalizzerà il proprio intervento sulla “Nuova Sabatini e i finanziamenti dedicati alle tecnologie digitali”.

Il presidente Vaccarino interviene sul Ddl Sviluppo

Il presidente Vaccarino interviene sul Ddl Sviluppo

Un forte sollecito quello che proviene da piazza Armellini: “Occorrono misure concrete per la crescita e per ridare fiducia alle piccole imprese”.

Il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino, a margine del recente incontro al Ministero dello Sviluppo economico tra le associazioni d’impresa e il vicepremier e ministro Luigi Di Maio, ha sollecitato il governo a definire i contenuti dell’annunciato disegno di legge rivolto alle piccole imprese. Tra gli intenti del Ddl ci sarebbe la tutela del Made in Italy, favorire l’internazionalizzazione, facilitare la crescita, agevolare i nuovi strumenti di finanza. Per voce del suo presidente, CNA ha sollecitato, inoltre, l’attenzione alla manifattura e al rilancio degli investimenti pubblici: “Va rapidamente contrastata la tendenza negativa dell’economia e recuperata in fretta la fiducia delle imprese”.

Economia circolare: presentata la “Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese”

Economia circolare: presentata la “Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese”

CNA  insieme con altre dieci Associazioni di categoria ha sottoscritto la “Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese nell’economia circolare”.

Dieci linee di intervento e punti programmatici per avviare un confronto con gli interlocutori istituzionali e per definire le strategie di sviluppo delle imprese sul tema dell’economia circolare.

Il documento è stato nei giorni scorsi presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati.

Per la CNA la “Carta” è stata firmata dalla Vicepresidente nazionale con delega alle Politiche di sostenibilità, ambiente ed energia Elena Calabria.

“Un grande cambiamento – ha affermato Elena Calabria conversando con i giornalisti a margine dell’evento – ha bisogno di condizioni che lo favoriscano e di un ambiente stimolante. Per questo CNA propone di utilizzare la leva fiscale per agevolare il lancio e la diffusione dell’economia circolare, allargando l’orizzonte della sostenibilità e innescando un nuovo modello di sviluppo, in grado di conciliare interessi generali e legittime aspettative delle imprese ”.

“Proponiamo – ha spiegato – una rimodulazione del sistema dei tributi per incoraggiare le imprese ad affrontare con sicurezza questo futuro. Un futuro a 360 gradi. E’ un grossolano errore, infatti, pensare che l’economia circolare sia limitata al mondo dei rifiuti o a concetti come riuso e recupero. La partita è molto più importante e va dalla eco-innovazione al consumo sostenibile, dalla tutela del territorio al risparmio di acqua ed energia. Una partita che le piccole imprese rischiano di giocare con una gamba legata. Ogni giorno si trovano di fronte barriere e ostacoli burocratici che ne frenano la naturale spinta al cambiamento. Undici associazioni di imprese attraverso la “Carta” vogliono sottolineare il loro impegno comune per contribuire alla rivoluzione dell’economia circolare e – ha concluso Calabria –  chiamano le istituzioni a fare sistema prima di tutto rimettendo ordine nelle regole che governano l’economia verde”.

Leggi qui il testo integrale della “Carta-Economia-Circolare“.

Incontro con i vertici regionali per risolvere lo stallo dei pagamenti alle imprese impegnate nella ricostruzione

Incontro con i vertici regionali per risolvere lo stallo dei pagamenti alle imprese impegnate nella ricostruzione

Dopo la denuncia degli imprenditori edili sui ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione nei confronti di chi sta lavorando a fatica per la ricostruzione (si veda articolo su questo link), le Associazioni di categoria del territorio hanno subito chiesto un incontro con il Presidente della Regione Marche.

Nel corso di una riunione fiume a Palazzo Raffaello, presenti i vertici regionali con il presidente Luca Ceriscioli e l’assessore Angelo Sciapichetti, il direttore USR Cesare Spuri, i rappresentanti delle Associazioni e la CNA Macerata con il suo Direttore Luciano Ramadori, sono riusciti a concordare una strategia condivisa per superare l’empasse.

Le parti hanno innanzitutto raccolto le forti preoccupazioni sollevate nei giorni scorsi dagli addetti del settore edile ed individuato come assolutamente necessario un incontro risolutore con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI).

Dall’altro versante, però, sono stati individuati come altrettanto necessari un piano per velocizzare tutte le operazioni di liquidazione degli stati di avanzamento (SAL) e una rimodulazione dei pagamento con una procedura assai più snella della attuale. Questo sia per i lavori afferenti la ricostruzione pesante sia per la cosiddetta ricostruzione leggera.

Le associazioni presenti si sono dette soddisfatte di quanto concordato ma continueranno a far pressione affinché la road map prefigurata si concretizzi al più presto.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA