Archivi per la Categoria: Alimentare

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

VERNACCIA, OLIO, COPPA DI TESTA, BISCOTTI ALL’ANICE: ECCO GLI AMBASCIATORI DEL MACERATESE IN ITALIA

La Vernaccia nera di Serrapetrona, l’olio di coroncina, la coppa di testa, i biscotti all’anice: saranno gli ambasciatori del Maceratese e delle Marche fuori dai confini regionali, grazie al progetto “Sapori, percorsi, esperienze” che la CNA di Macerata presenterà venerdì 15 dicembre alle ore 10 al Ristorante Chiaroscuro di Belforte del Chienti. Realizzato con il patrocinio della Camera di Commercio di Macerata, ha l’obiettivo di contribuire, attraverso quello che viene definito “turismo esperienziale”, alla diffusione della conoscenza dei prodotti più tipici del territorio, sia tra il pubblico degli operatori dell’accoglienza turistica e della ristorazione, che nei confronti degli stakeholder potenzialmente interessati (ristoratori, tour operator etc), oltre che verso la generalità della popolazione.

Nel settore del turismo e dell’accoglienza – riferisce il Presidente Territoriale Giorgio Liglianil’uso combinato di tecnologie innovative, digitalizzazione e recupero di storia e tradizioni sta diventando uno strumento sempre più strategico per la valorizzazione delle potenzialità locali, sulla base della convinzione che il territorio, per essere attrattivo, non vada solo ben pubblicizzato, ma anche e soprattutto raccontato. La sfida di oggi è affiancare all’offerta di prodotti e servizi, anche quel di più rappresentato dalla narrazione del territorio e la sua storia”.

In questa prima fase sono stati scelti quattro tra i prodotti simbolo dell’enogastronomia tipica nostrana, per i quali sono state redatte schede storiche e realizzato materiale promozionale quale un totem da tavola sui quali sono presenti QR code collegati a video che raccontano ognuno la storia del prodotto e le sue caratteristiche: “Per favorire la promozione del territorio attraverso la narrazione dei prodotti e dei processi produttivi, fatta in prima persona dagli stessi artigiani – fa notare il Direttore Generale Luciano Ramadoriè fondamentale la costruzione di una rete di portatori di interessi, come ristoratori, operatori dell’accoglienza, botteghe di qualità, che possano rivolgersi ad un vasto pubblico di appassionati di enogastronomia. Questo sarà possibile grazie al coinvolgimento in questo progetto del sistema CNA nazionale, che può contare su oltre 100 presidi provinciali”.

Per questo nell’incontro di venerdì, al quale saranno parteciperanno gli studenti delle classi a indirizzo cucina dell’Istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli, sarà presente Cristiano Tomei responsabile nazionale CNA Turismo e Commercio. Interverranno inoltre anche Roberto Paoloni sindaco di Belforte, Moreno Pieroni assessore regionale al Turismo, Angelo Sciapichetti assessore regionale alle Aree Interne, Giorgio Ligliani presidente CNA Territoriale di Macerata, e Matteo Petracci funzionario CNA Macerata.

Il 15 dicembre saranno presentate al pubblico di aziende del settore le fasi successive del progetto, che prevede anche percorsi esperienziali, missioni di imprese e corsi di formazione.

SAPORI, PERCORSI, ESPERIENZE DEL TERRITORIO MACERATESE: IL 15 DICEMBRE A BELFORTE DEL CHIENTI

SAPORI, PERCORSI, ESPERIENZE DEL TERRITORIO MACERATESE: IL 15 DICEMBRE A BELFORTE DEL CHIENTI

Nell’ambito della competizione internazionale, nazionale e regionale nel settore del turismo e dell’accoglienza, l’intreccio dato dall’utilizzo di tecnologie innovative, digitalizzazione, recupero della storia e delle tradizioni si sta sempre più affermando come elemento centrale per la valorizzazione delle potenzialità locali, sulla base della convinzione che il territorio, per essere attrattivo rispetto alla scelta finale operata dal turista all’interno della moltitudine di offerte presenti, non vada solo ben pubblicizzato, ma vada soprattutto raccontato.

Operatori dell’accoglienza turistica e produttori sono perciò chiamati a svolgere insieme alla funzione classica dell’accoglienza, della produzione e alla vendita del prodotto (agroalimentare, artigianato tipico e manifattura locale) quella legata al business delle esperienze, che richiede un accurata attività sinergica tra i diversi attori chiamati a rappresentare il territorio. La sfida in questo caso consiste nel “trasformare” o meglio nell’arricchire i propri prodotti non solo con offerte di servizi (ad es. esperienze di degustazione enogastronomica) ma anche con quel di più rappresentato dal racconto del territorio attraverso la Storia e la narrazione dei prodotti del territorio.

Il cibo, soprattutto, e tutto ciò che si sviluppa intorno all’enograstronomia, rappresenta parte essenziale di questo racconto corale. Oltre ad essere nutrimento e piacere, il cibo è infatti anche tradizione, conoscenza, storia. A colazione come a pranzo, di fronte ad un aperitivo o a cena, con i prodotti giusti e le conoscenze giuste, è possibile trasformare la permanenza in un territorio in un “viaggio nel viaggio“, nello spazio e nel tempo.

L’idea della CNA Territoriale di Macerata è quindi di contribuire alla diffusione della conoscenza dei prodotti più tipici del nostro territorio, sia all’interno del pubblico degli operatori dell’accoglienza turistica e della ristorazione sia all’esterno, ovvero verso stakeholder potenzialmente interessati (ristoratori, tour operator etc) e verso la generalità della popolazione.

Per illustrare il progetto “Sapori, percorsi, esperienze” è stato organizzata, in collaborazione con la Camera di Commercio di Macerata, un’iniziativa che si terrà il prossimo venerdì 15 dicembre 2017, alle ore 10, al Ristorante “Chiaroscuro” di Belforte del Chienti.

Interverranno: Roberto Paoloni sindaco di Belforte, Moreno Pieroni assessore regionale al Turismo, Angelo Sciapichetti assessore regionale alle Aree Interne, Giorgio Ligliani presidente CNA Territoriale di Macerata, Cristiano Tomei responsabile nazionale CNA Turismo e Commercio e Matteo Petracci funzionario CNA Macerata.

 

DIGITAL WAY FOOD EDITION: IL 24 NOVEMBRE ALL’AZIENDA AGRICOLA MARIA PIA CASTELLI

DIGITAL WAY FOOD EDITION: IL 24 NOVEMBRE ALL’AZIENDA AGRICOLA MARIA PIA CASTELLI

e CNA Territoriali di Fermo e Macerata, con il contributo di Fidimpresa Marche e Camera di Commercio di Fermo, organizzano la terza edizione di “Digital Way – la strada giusta per la tua impresa”, dedicata alla comunicazione delle aziende del settore agro-alimentare.

“Digital Way – Food Edition” è un evento di matching gratuito che si svolgerà venerdì 24 novembre 2017, dalle ore 15.30, nell’Azienda Agricola Maria Pia Castelli di Monte Urano (FM).

CNA TURISMO: VINO, OLIO, BENESSERE E MERCATINI TIPICI ANIMANO LE VACANZE D’AUTUNNO

CNA TURISMO: VINO, OLIO, BENESSERE E MERCATINI TIPICI ANIMANO LE VACANZE D’AUTUNNO

Il vino. L’olio. Il benessere. E i mercatini tipici. A trainare il turismo autunnale spicca l’intreccio sempre più stretto tra italian way of life e bellezze culturali e paesaggistiche. Motore di una innovativa, e talvolta spontanea, strategia di marketing territoriale che esalta le più attraenti espressioni dell’italianità. E si traduce nella realtà dei numeri.
Le previsioni di CNA Turismo per i ponti di Ognissanti e dell’Immacolata registrano l’ennesimo segno positivo per l’industria turistica italiana: + 1,7% rispetto al 2016. Quasi 2,3 milioni di presenze contro 2,1 del 2016. Un dato sensibilmente amplificato quando si passa dalle presenze al movimento economico, che balza da 589 a 650 milioni, marcando un’impennata del 10,3%.
Un risultato, questo, dovuto principalmente alla miscela di turismo tradizionale, turismo del gusto e turismo esperienziale – quello del coinvolgimento nelle attività, del fare anziché limitarsi a guardare – che ha impresso una svolta positiva al settore. E induce a spendere anche i vacanzieri più attenti al portafoglio pur di portarsi a casa i sapori e i manufatti del territorio esplorato.
La vacanza enoica
Il turismo del vino è destinato a incoronare il Piemonte, che si aggiudica il primato con il 15,6% del totale, segnando una crescita del 2,2% rispetto al 2016. Ad accompagnare sul podio la terra del Barolo e del Barbaresco, del Moscato e della Barbera, la Toscana e il Veneto, rispettivamente con il 14,7% e il 14,1% della vacanza enoica nei ponti autunnali. Al quarto posto la Lombardia (9,5%),
seguita da Emilia Romagna (9,1%), Puglia (8,4%), Sicilia (6,6%) e Abruzzo (4,7%).
Il turismo dell’olio
Un boom registra il turismo dell’olio (e in genere dei sapori e del gusto) probabilmente anche grazie alla trainante “Camminata tra gli olivi” fissata per domenica 29 ottobre in 110 città di 18 regioni italiane. A guidare la classifica è la Liguria con il 15,3% del totale (+2,8% sul 2016). Sul podio anche Toscana (14,8%, in dodici mesi +2,7%) e Puglia (14,2%, in un anno +1,5%). Seguono Sicilia (13,2%), Lazio (13%), Campania (12,2%) e Basilicata (10,7%).
Qualità della vita cercasi
La vita stressante e il maggior interesse per la salute moltiplicano il numero dei turisti più attenti alle località che garantiscono servizi al benessere e al relax a partire dall’offerta termalistica. Su questo fronte primeggia in classifica la Campania (14,4), seguita da Toscana (13,9%), Lazio e Veneto (13,8%), Lombardia (11,8%), Emilia Romagna (10,5%) e Sicilia (7,9%).
I mercatini delle meraviglie
L’avvicinarsi delle festività natalizie (unito alla riscoperta delle specialità culinarie di nicchia e dell’artigianato tradizionale, in gran spolvero) favorisce l’afflusso di vacanzieri verso le regioni dove i mercatini sono più originali. Il primato del Trentino Alto Adige (18,5%) è scontato, per l’esperienza e per la vicinanza alle regioni del centro-nord Europa che da sempre calamitano gli amanti del genere.
La Campania con il suo artigianato presepiale è meta di successo quasi altrettanto prevedibile, e non a caso è seconda (16,4%). Al terzo posto la Val d’Aosta (per la quale valgono le considerazioni del Trentino Alto Adige) con l’8%, seguita da Piemonte (7,3%) e Lombardia (7%).
Escursioni senza badare a spese
Agroalimentare, benessere e regali natalizi attirano anche molti turisti che non possono (o non vogliono) pernottare fuori casa e, di conseguenza, optano per una gita quotidiana. Il numero di escursionisti dovrebbe salire in dodici mesi a 1,288 milioni, quasi 23mila in più del 2016. Più sensibilmente cresce il giro economico delle escursioni di un giorno all’interno dei due ponti autunnali, pari a 148 milioni, 13 milioni di euro e poco meno del 10% in più in dodici mesi.
L’organizzazione si sposta in rete
Da un anno all’altro si accentua la modernizzazione delle modalità organizzative dei viaggi. In sostanza, arretra fortemente il numero di quanti partono “alla ventura”, senz’aver effettuato nessun tipo di prenotazione, a favore dell’incremento di quanti scelgono la propria meta via internet.
Al turismo in libertà che prevaleva l’anno scorso con il 43,4% (calato del 5,2% al 38,2%) si è sostituita quest’anno la scelta on line (45%) cresciuta nello stesso arco temporale del 6,2%. Molto lontane le prenotazioni dirette (10,2%, in calo dello 0,8% sul 2016) e quelle tramite agenzia, scese dal 6,5% al 6,2%.
Per dormire, non solo alberghi
Una nuova tipologia di turista emerge anche nella scelta dell’alloggio. Gli alberghi continuano a perdere terreno e ormai rappresentano il 44,9% delle opzioni nelle regioni settentrionali, il 41,8% nel centro e il 38,1% nel sud. In parallelo procede l’andamento positivo degli alloggi extra-ricettivi: il 55,1% delle scelte effettuate nelle regioni settentrionali, il 58,2% del centro e il 61,9% del sud.

Pagine:
Pagine:
Pagine:

CNA Macerata
Partita Iva 01475080436
Via Zincone, 20 - 62100 Macerata
Tel: +39.0733.27951 Fax: +39.0733.279527

Dove siamo

Powered by
SIXTEMA SpA